Un regalo speciale. Collegien, comodità, colore e divertimento.

Non capita tutti i giorni di poter passare del tempo tranquillo a casa, a giocare e scherzare, per noi tre femminucce di casa.
Corri da una parte e dall’altra, chi a danza, chi ad atletica e a calcio. Chi deve fare i compiti, chi vuole più attenzione, chi fa mille domande e pretende mille risposte sensate per non chiedere più ‘perché’. Pomeriggi rapidi e frenetici scanditi dai minuti contati, non rilassanti direi e non più a giocare tutti insieme per terra, come anno scorso. Bambini che crescono esigenze che cambiano. Pomeriggi grigi, un po’ noiosi e uguali a se stessi, colmi di routine.

Via al colore quindi e ad un pomeriggio speciale con un regalo altrettanto speciale, anticipando la festa della mamma!
Un regalo entusiasmante per due piccole provette ballerine e per me che ho potuto condividere con le mie bimbe affetto e divertimento.

image

image

image

L’ idea di avere qualcosa uguale alla mamma ha reso felici Nina e Ginevra che più di una maglietta bianca, in termini di capi da indossare simili ai miei, non hanno altro!
Collegien ha fatto proprio al caso nostro, ed è piaciuto anche a me avere qualcosa di simile a loro.
La scelta del colore sulle stesse tonalità di arancio e lo stesso modello di scarpette come i calzini colorati ha reso il nostro pomeriggio colmo di complicità e di giochi su colori e diversità di sfumature.

image

image

image

Il fiocco argentato sulla ballerina di Nina ha reso la sua scarpetta preziosa come quella di Cenerentola mentre Ginevra si è sorpresa con grande felicità vedendo un profilo dorato sulla sua Collegien. E la mia super scarpetta? “No mamma, la tua è bella ma non è tanto preziosa. Vedi che non luccica niente?”

La sera prima di andare a letto, le scarpette preziose come anche la mia che per loro non lo è, vengono sistemate con cura a capo del letto, pronte per essere infilate appena sveglie. E guai se la mamma non le indossa la mattina mentre prepara la colazione.
E la torre di calzini? Divertentissima da fare grazie al packagin con cui vengono confezionati i calzini.

image

image

Collegien pensa alla qualità, al design, all’ innovazione e sopratutto alla comodità non tralasciando l’ estetica.
Punta su accessori per giocare e ballare, per sentirsi comodi in casa ma anche in giardino e all’aria aperta, pensa a tutta la famiglia.
Noi abbiamo scelto le scarpette in versione più estiva e anche dei calzini dai colori accessi da indossare con gonne e pantaloncini.

image

image

Ma sapete la storia di Collegien? Ve ne innamorerete quanto me perché si parla di passione, famiglia e storia alle spalle.

Azienda che nasce nel 1930 e la famiglia Guille è alla guida del proprio calzificio da quasi un secolo, a Briatexte, un paesino situato nel sud-ovest della Francia. L’azienda ha sempre dimostrato di saper stare al passo con i tempi.
Questo percorso familiare continua oggi mantenendo intatti i valori e il know-how che l’hanno vista crescere fino dall’ inizio della sua nascita.
Nel 1947, il calzificio Guille inventa l’iniezione di una suola di gomma morbida sulla calza e registra il brevetto di ciò che diventerà la babbuccia Collégien.
Cinquant’ anni dopo, nel 2004, le babbucce Collégien vengono riviste, attualizzate e riproposte in base alle nuove tendenze moda. Collégien diventa l’accessorio indispensabile amatissimo da tutti, grandi e piccini, non solo per il design originale e i colori, ma anche per l’estrema comodità.
Il marchio Collégien racchiude diverse storie, quelle di una famiglia, di un paesino e di un know-how inestimabile.

Storia di famiglia che propone una gamma per tutta la famiglia.

image

image

image

All pictures are reserved @Silvia-Punti di Bianco & Threelittlepigs