Tutti in sella con Brum Brum, la balance bike al naturale.

balance_bike_1

Si chiama Brum Brum la balance bike che viene dalla Lettonia, Riga. Pensata e progettata da un team di amici molto attento alla qualità, al design, ai materiali e al divertimento, la Brum Brum bike si è aggiudicata il premio del miglior prodotto per bambini in termini di design e progettazione al Good Design Award 2015.

Caratterizzata da materiali naturali come il legno di faggio e di quercia, la Brum Brum bike è pensata per durare nel tempo grazie al telaio, realizzato in compensato curvato, che permette una naturale sospensione assumendone la funzione di molla.
Il bambino si sente sicuro anche in strada dissestata rendendo la sua guida ancora più divertente e la spina dorsale non ne risente.

balance_bike_4

Oltre all’ attenzione verso i materiali un occhio di riguardo per le ruote che sono caratterizzate da cerchi in lega leggeri progettati su misura e dalle gomme che non hanno bisogno di aria per essere gonfiate e che sono a prova di taglio.

Pensata per bambini dai 2 ai 6 anni, ovvero appena è possibile salire in sella e toccare per terra con i piedi fino al momento del passaggio con la bicicletta a pedali, la balance bike Brum Brum non vi chiederà nessuno sforzo nel montaggio. Basta solo una vite ed il divertimento è assicurato. Irene di Facciamo che sono mamma l’ ha montata con l’ aiuto della sua piccola Giorgina che ne è stata subito conquistata!

BRUM-BRUM-Balance-Bike-DSCF6129-600x400

Forse ancora qualcuno di voi non conosce la ‘bicicletta equilibrio’ che aiuta i bambini ad assumere quell’ equilibrio fondamentale che serve nel passaggio alla bicicletta con i pedali.
Noi non l’ abbiamo fatto e adesso mi pento pensando a: N e G e alle loro cadute nel tentativo di raggiungere almeno tre pedalate; alle nostre fatiche di genitori nel cercare di farle partire con spinte sempre più forti; alla loro tendenza di pendere a sinistra e raggiungere facilmente l’asfalto con un dieci tra le mani.
Ci fosse stata anche ai miei tempi di bambina forse non mi sarei aperta il mento per due volte cadendo sulle pietre del giardino di casa nel tentativo di pedalare a più non posso per imparare ad andare in bicicletta.

kids_bicycle_12