Walkabout Pitti. Pitti 80.

E siamo giunti alla 80esima edizione di Pitti bimbo.
Firenze freme e come sempre invasa da eventi, sfilate, cocktail.

Il tema di questa edizione è ‘Walkabout Pitti’ che coinvolge sicuramente anche il mondo a misura di bimbo.

I bambini e la loro camminata. Ci avete mai pensato?
A me piace soffermarmi ad osservare la camminata dei Three little Pigs, a saltelli la mattina per andare a scuola, lenta qundo si cammina tornando da scuola, regolare nei sentieri di campagna. Una camminata arricchita da risate, chiacchierate a volte da lamenti di stanchezza.
Ogni bimbo ha una propria camminata e un modo di indossarla, di viverla di mostrarla.

Un life style che appartiene a tutti grandi e piccini.

image

Quale tema migliore può definire la fiera Pitti?
Si cammina piano per osservare e parlare, si cammina veloce per arrivare in tempo, si viaggia camminando, si cammina perché ci piace farlo.
Io, che amo camminare tra colli e boschi e sentieri, in città, lungo i fiumi, tra vicoli e paesini mi rivedo in questo tema e rivedo anche i miei Three Little pigs e le loro camminate in montagna, in viaggio alla volta dell’esplorazione.

Già, sembrerebbe che Pitti bimbo quest’anno sia un sentiero tra mappe geografiche, guide illustrate e Percorsi fantastici e sono molto curiosa di intraprendere questo ‘viaggio’.
Non nego che mi avrebbe fatto piacere partecipare con una installazione/progetto che avevo presentato insieme a due amiche di settore per questa edizione, ma ahimè la cosa non è andata… E ci sarebbe stato anche bene in questo contesto in quanto poteva essere una camminata surreale…tra cielo e nuvole.

Cosa vedrò a Pitti?

Sicuramente Apartment e il suo allestimento, curato da Ilaria Marelli, che come sempre ci lascia meravigliati. Apartment è il contenitore di brand di stile e di charme. I marchi che vedrò, Caramelbabyandchild, Emile et Ida, Grevi, Pe’pe’, CDEC by Cordelia de Castellane, Olive, Pero, Moon et Miel.
All’interno di Apartment la mostra fotografica “Poses” per festeggiare i primi 20 anni di attività di Kid’s Wear Magazine. Curata da Mike Meiré, art director di Kid’s Wear.

La sezione New View e il suo approccio a marchi innovativi, area di sperimentazione per la moda bimbo con un approccio al design.
Da non perdere qui infatti la parte dedicata al design del mondo bimbo curata da Unduetrestella di Paola Noè che sempre ci propone progetti nuovi. Quest’anno il progetto è: unduetrestella DESIGN WEEK.
Una preview del nuovo progetto di design che sarà presentato a Milano per il salone del mobile di aprile 2015 al Superstudio e dedicato al mondo del bambino con le novità e gli oggetti di giovani designer e artisti internazionali.

image

A Unduetrestella piace giocare con il cibo, e per chi segue il progetto di Paola questo lo sa bene. Anche quest’anno viene affrontata la tematica cibo con la collezione di Georges e le sue “Music Boxes” dedicati alle ciliegie e al gelato, e i nuovi sapori e bon-bon di Mera e Longhi, storica azienda di caramelle Varesina.
I marchi presenti: Alicucio, bumoon, C. & Cie étoilée, clemt, collégien, georges, Lapincitron, Linea MammaBaby, LOFT42 by Furf Design Studio, Martina Della Valle, Matite Colorate, Mayice, Mera & Longhi, MV% Ceramics Design, Nidi, Puella Petite, Smarin, Studio delle Alpi, Studio Fludd, Valia Barriello.

image

Infine un passaggio obbligato ai Popupstores per i suoi accessori di design del mondo bimbo e per la sezione Ecoethic dedicata al mondo green tra tessuti organici e aziende bio.

Una visita allo stand di Adain&Anais mio brand preferito per la sua mussola di cotone e per i suoi prodotti come gli swaddles e i bavagli grandi amici nei momenti del bisogno!

Un salto da Louise e Misha per vedere la sua collezione bambina che ogni hanno ci stupisce per la sua pallette di colori.

Inoltre Style Piccoli, la rivista dedicata al tempo libero, ai giochi e alle mode dei bambini, dedica quest’anno la sua mostra fotografica a Pitti Bimbo dal titolo “Prenditi cura di me, sboccerò in primavera…”, offrendo bellissime immagini e un fiore a scelta che sboccerà a primavera. Style Piccoli riceverà i propri invitati a uno speciale cocktail dalle ore 17 presso la Limonaia del Giardino di Villa Vittoria in un’incantevole ambientazione bucolica.

image

Ci sarà da camminare, da curiosare, da farsi sorprendere!

Natale e le sue tradizioni. E se le rompessimo?

Adesso tocca al Natale.
Preparazioni, ispirazioni, calendario dell’avvento, addobbi in casa, dolcetti, biscotti, il pensiero dei regali. Chi fara babbo natale? E il presepe si fa o no?

E se andassimo via quest’anno? Ci domandiamo Giovanni ed io.
Se organizzassimo un viaggetto alla scoperta di noi stessi e rinunciassimo a regali, regali, regali… E costruissimo una zattera volante o un’astronave spaziale per sparire solo per le festività?
Ogni tanto ci penso. Penso al fatto di slegarmi dalle tradizioni.
E se davvero facessimo qualcosa a cui non siamo abituati? Qualcosa di diverso che possa apparire speciale agli occhi dei bambini? Sorprenderli ancora di più, coinvolgerli in qualcosa di grandioso che li stupisca e che ricorderanno quando saranno più grandi come qualcosa di speciale?

Sono cresciuta con la tradizione e la ritualità di ogni festività. E ricordo che da bambina mi piacevano. Tradizione e ritualità, due termini che mi sono sempre piaciuti, mi hanno dato sicurezza, mi hanno fatto crescere in famiglia e apprezzare sempre di più quest’ultima e la tanta voglia di stare tutti insieme.
Poi qualcosa è cambiato, negli ultimi anni la mancanza di mio padre ha fatto si che non fosse più lo stesso Natale. La sua mancanza per me è troppo forte per far restare tutto come è sempre stato.

Dopo anni e anni di tradizioni, che ho amato e apprezzato nella loro ritualità, dove sempre, sotto il periodo Natalizio, si addobbava la casa, con albero, luci, candele, stelle, corone di fiori e non mancavano mai le tredici qualità di frutta diverse, qualcosa mi dice che bisogna fare di più! Bisogna crescere arricchendosi di novità. Bisogna rompere gli schemi per dar vita a qualcosa di nuovo.

Ogni anno stesso menù per la vigilia, per il pranzo di natale, per santo stefano, e se invece dei soliti squisiti tortellini fatti in casa, come da tradizione tramandata da mia nonna, mangiassimo una fetta di panettone con cioccolata calda davanti al camino? E preparassimo un pic nic natalizio?

E se quest’anno dicessi basta? Se dicessi si cambia strada? Se quest’anno pensassi solo alla mia famiglia e non a ciò che è stato per me? Se adesso si facesse a modo solo nostro, di noi cinque, senza sentirsi obbligati a rispettare ciò che è stato per me?
Forse sto parlando solo per me e della mia voglia di cambiamento. Forse sono io che voglio urlare e avventurarmi in qualcosa di diverso, come mi ha sempre proposto Giovanni.

Sono dunque io che non riesco a staccarmi da tutto questo? Forse è davvero così, ma ci voglio provare.
O almeno oggi la penso così. Vivo perennemente in questo stato di ‘vorrei scappare e cambiare ma allo stesso tempo mi dispiace’.

Se rifletto sui miei figli e penso a cosa loro vorrebbero oggi credo che:

Gregorio, amante della regolarità e delle tradizioni come lo ero io da bambina e fino a qualche tempo fa, non potrà rinunciare al Natale in casa, davanti al fuoco, al profumo di biscotti alla cannella, alla casa addobbata, all’aprire il giorno 24 nel calendrio dell’avvento, ai canditi del panettone.

Ginevra non potrà rinunciare alla mattina di Natale e in punta di piedi andare a sorprendersi davanti all’albero e meravigliarsi nel vedere tutti i regali, al pandoro, al camino acceso, ad essere in compagnia di parenti.

Nemmeno Nina potrà rinunciare a meravigliarsi davanti ad una tavola addobbata e allo scarto del vestito da principessa che tanto sogna da una settimana, a preparare la tazza di latte e biscotti il giorno della vigilia per babbo natale, a cercare di accontentare tutti se i regali non erano quelli sperati.

Così ho deciso dopo questa riflessione di provare a fare qualcosa di diverso e speciale.
Le tradizioni a volte ti legano le mani, ti rendono passivi, ti fanno rimanere in un mondo ovattato dove non riesci a vedere le diverse possibilità e i cambiamenti possibili.
Basterebbe solo un pranzo diverso, magari a sedere per terra, oppure regali diversi, magari costruendo ognuno qualcosa per l’altro. Basterebbe semplicemente cambiare qualcosa, inventare giochi da fare tutti insieme.
Non dico no alle tradizioni perché le ho amate e mi hanno dato sicurezza, e cercherò di tramandarle ai miei Three little pigs.
Ma adesso che sono mamma, e oramai da sei anni, mi accorgo che i cambiamenti (soprattutto quando i figli crescono e superano l’età del bisogno dei ritmi e della quotidianità) fanno bene, aiutano a crescere, a sentirsi più sicuri nei cambi repentini che la vita ci porta ad affrontare.
Detto questo, ci proverò. Proverò a cambiare qualcosa per noi come nostro nucleo familiare.
Non so se andremo via, ma un po’ lo spero.
Mi impegnerò a fare qualcosa di diverso che accontenti tutti, che coinvolga tutti e che ci faccia sentire uniti come famiglia nel rispetto di una tradizione che sia nuova e pronta ai cambiamenti.

Per un Natale un po’ diverso, che rompe un po’ le tradizioni, vi propongo due calendari dell’ avvento un po’ speciali che vanno oltre quelli classici.

Quello di Unduetrestellababy davvero divertente e che coinvolge tutta la famiglia.
Si chiama “Sai contare fino a Natale?” –Istruzioni di poesia da seguire giorno per giorno in attesa del Natale-.
Un invito alla fantasia, all’immaginazione e alla creatività, un modo nuovo di strappare i foglietti del calendario e di vivere il momento più speciale dell’anno.

image

image

image

E quello di mr. Printable, una città composta da 24 casette da riempire con ciò che ci piace di più, caramelle, ninnoli, bigliettini.

image

image

image

Secondo giorno Milano design week (parte I)

Fuori salone concluso, tornati a firenze e bimbi a scuola ho il tempo per raccontarvi del secondo giorno alla milano design week del mondo bimbo…

Dopo una lenta mattinata a fare colazione e a parlare di come Milano piaccia a Nina e a Ginevra ecco che usciamo per andare e incontrare una loro amichetta al MUBA, il museo dei bambini che ha aperto le sue porte a Gennaio 2014.
Un bellissimo posto, dove rilassarsi e passeggiare all’esterno, e girovagare tra gli oggetti dell’ abitare al suo interno, con anche angolo bar per una sosta mangereccia e lo spazio Corraini con libri e giochi in vendita.
E al Muba appunto un bellissimo laboratorio interattivo tra oggetti che vediamo tutti giorni e che vivono nelle nostre case. E i bambini? In giro tra mobili e accessori per la casa ad esplorarea e a riflette su temi come l’ equilibrio, e a riempire un foglio con disegni, forme e scegliere l’ oggetto che li ha colpiti di più.

Così Nina disegna un divano e Ginevra un tavolo. Ma non con i soliti pennarelli o pastelli, ma con oggetti come molle, clips chiudi pacchetto, tappi, palline, elastici e tanto ancora su un supporto che richiama la lavagna, Ginni sceglie la lavagna rosa e Nina non essendoci quella viola, ripiega su un bellissimo verde smeraldo.

image

image

image

Il divano di Nina

image

Il tavolo di Ginevra

image

Poi in giardino a correre e a scoprire anche l’ angolo con scivolo e altalena.

image

Riportate a casa le bimbe con la nonna perché abbastanza stanche ecco che dopo aver ricaricato il maledetto iPhone che non regge neppure una mattina intera la carica, mi appropinquo verso via revere 6, dove si è svolta l’ esposizione di mobili e accessori mondo bimbo del KIDSROOMZOOM 4. Tema i super poteri come già ho scritto in precedenza.

Sono rimasta davvero a bocca aperta. Un appartamento elegante come piace a me, legno per terra, colore alle pareti, infissi e imbotti dipinte di bianco, ampi spazi, una sorta di appartamento parigino.
Lo spazio ben strutturato e curato nei minimi dettagli. Mi ha davvero dato l’ idea di entrare nel mondo dei bambini, con camerette pensate e create per ogni momento della giornata e per diversità di situazione.

A me e’ sembrato di vederlo e di viverlo cosi’:

La cameretta della notte, con mobili di muzzle-design facili da montare e dal costo contenuto, belli e funzionali; sul muro gli adesivi del marchio francese bumoon illuminati da una luce soffusa; nella stanza poi le casette di carta di litogami che si accendono la sera caricate il giorno dalla luce del sole; e i giochi in legno da costruire di rigjada.

image

image

image

Un’ altro spazio che mi ha dato l’ impressione di essere dedicato al gioco per la presenza della casetta/castello di design4kids chiamata reggio, in legno, apribile, da proprio l’ idea di un piccolo castello nel quale rifugiarsi e dar sfogo alla fantasia dei più piccoli; i prodotti poi di studio delle alpi con qualche novità come i comodini e le scatole apribili dai colori vivaci; la tenda di Kalon studio, davvero capiente e bella da utilizzare per un vero camping tra la natura o per giocare all’ esterno riparati dal sole; la libreria ad altezza bambino con la sua scrivania apribile e contenitiva circondata da sedie e sgabelli di nonah; il gioco stupendo di Matteo Bisacca, dove su una struttura di legno curata nei dettagli e nella forma si muovono sull’ acqua tre barchette colorate e se poi aggiungi dell’ inchiostro tutto diventa una magia.

image

image

image

image

Procedendo di stanza in stanza mi trovo in quella che più mi rappresenta come cameretta bimbi per colori e nuance, per l’ arredo semplice e squadrato come il letto e il tavolo centrale con panchetti di blueroom swiss design, il divano e le poltroncine a misura di bambino del marchio KlipKlap, e le coroncine di fiori e uccellini francesi appese alla parete di un samedi da utilizzare per arricchire la cameretta ma anche per trasformare le più piccole in deliziose principesse. Qui anche il cane porta libri tashcreaations e gli inimitabili animali morbidosi per un comodo momento relax de il saccotto. In più le luci che mi hanno conquistato di Leal.

image

Altra cameretta, quella a mio parere, più giocosa creata con il letto rialzato kid’s modulor per spazi piccoli e per salvare lo spazio, con i cavalcabili a dondolo di lucabosca dalle linee pulite dai colori vivaci, i cartonati gioco di ikskdesign, i mega pouf animalier di tantoo.

image

Altra situazione in altra stanza(dove era in corso la preparazione un laboratorio organizzato con il gufo e dove avrei voluto far partecipare le bimbe, ma troppo piccole) con la presenza dei bellissimi mobili per bambini come la scrivania di Matca studio, design lineare, legno, colore e buchi; i seggioloni di comodi da sistemare in casa e belli da vedere; la lavagna adesiva di thelilmarket dove ho immortalato accanto Valentina (amisuradibimbo).

image

Ogni spazio e’ stata arricchito da accessori arredo come le casette di Duepuntispazio che hanno fatto da contenitore per oggetti e prodotti, infatti, inserite in queste deliziose casette la linea bagno di Lineamammababy. Ma ancora ad arricchire in giro le stanze le luci di georges, i cuscini di puella petite, e i pupazzi di uglytoys.

image

image

image

Un bel giro per stanze arredate con gusto e ancora di più e’ stato divertente per la piacevole compagnia di Emilia di family-nation e Valentina di a misura di bimbo.

image

E per rendersi conto dei laboratori per bambini, dello spirito che si respirava, dello spazio incantevole cliccate qui.

E tornata a casa un piccolo pensiero per Nina e Ginevra che finalmente hanno riposato nel pomeriggio, e che appena sveglie hanno voluto subito mettersi il tatuaggio da super eroe! “Ma mamma lui che super poteri ha?” Tu Nina quali hai? “Dell’ invisibile, dei cuori e di saltare.”

image

KIDSROOMZOOM 4 tanto da scoprire

Ci avviciniamo sempre più all’ attesoSalone del mobile di Milano che si terrà dal 8 al 13 Aprile e che vede una parte dedicata al design e all’ arte per i bambini. Di questo si occuperà l’ importante involucro del Kidsroomzoom giunto alla sua quarta edizione che proporrà un arricchimento ulteriore con tante novità rispetto all’ edizione Pitti a cui ha preso parte lo scorso Gennaio.

KIDSROOMZOOM ospiterà designer e espositori e aprirà le porte al pubblico in un appartamento di 250 mq nel cuore di Milano dove ci saranno stanze arredate che interpretano l’ ambiente in cui vivono i bambini ospitando anche gli oggetti che li circondano nella loro vita quotidiana. ‘Per un bambino, la camera da letto, è come la casa per un adulto, lo protegge, lo scalda, lo fa sentire tranquillo e al riparo dal mondo esterno. Gli oggetti e gli arredi contribuiscono a costruire il mondo attorno a lui e sono quindi fondamentali portatori di significato.’

image

Titolo di questa edizione è my super power is… sotto la guida di Paola Noe e di Unduetrestella contenitore di arte, food e design for kids. In questa occasione verranno presentate le caramelle tanto amate dai miei little pigs, quelle dei superpoteri: basta scrivere il proprio nome sulla scatola, scegliere il superpotere preferito… assaggiare le caramelle e… diventiamo tutti eroi!

E ancora di più ci saranno tanti laboratori per bambini diretti da artisti ai quali porterò le mie bambine… Tutte le info a riguardo le trovate sul nuovo sito (lo trovo bellissimo) di Unduetrestellababy negozio di Milano in via G. Vico che durante il salone ospiterà l’ installazione di Ik&Sk Design.

Tanti i brands e i designers ospiti di questa edizione

I supereroi…

blueroom (CH) blueroom.ch, by KlipKlap (DK) byklipklap.dk, Matteo Bissaca (I) matteobissaca.it, BLUC (I) lucabosca.com, bumoon (F) bumoon.com, CAFFELATTEACOLAZIONE (I) caffelatteacolazione.it, DUEPUNTISPAZIO (I) duepuntispazio.com, Fabulous Goose (DK) fabgoose.com, emmis klemmis (I/SW) emmisklemmis.com, georges (F) george-me.com, IK&SK Design (FR) ikskdesign.com, il mondo di EVE (I) ilmondodieve.com, il Saccotto MADE IN ITALY (I) saccotto.it, It’s GREAT DESIGN (FR) greatdesign.fr, (DE) julica-design.de, Kalon Studios (USA) kalonstudios.com, Kid’s Modulor (I) kidsmodulor.blogspot.com, Kidskoje (DE) kidskoje.com, lallabà (I) lallaba.it, ovalà (I) ovala.it, lealdesign (PT) lightboxleal.com, Linea MammaBaby (I) lineamammababy.com, LUIS LE SEC (F) luislesec.com, THE LI’L MARKET (I) thelilmarket.com, LITOGAMI (FR) litogami.fr, Little Cabari (I/F) littlecabari.com, Looodus (ZA), matca studio (I) matcastudio.com, MOLUK (CH) moluk.com, Muzzle-design (PT) muzzle-design.com, MV% Ceramics Design (I) mv-ceramicsdesign.it, NONAH (FR) nonah.fr, nuun kids design (ES) nuunkidsdesign.com, Puella Petite (I) puella.it, RIJADA (LV) rijada.lv, Smiling Planet (USA) smilingplanet.net, STOCS (NL) stocs.nl, Storialab (AT) storialab.com, Studio delle Alpi (LU) studiodellealpi.com, TANTOOO – ANTONIO SCARPONI / Conceptual Devices (I/CH) tantooo.com, PROGETTINCORSO (I) progettincorso.com, Torsteinsen Design (NO) torsteinsen.no, Ugly Toys (PL) uglytoys.com.pl, Un samedi… (F) unsamedi.com, CD&Z Design4kids (I) cidizeta.it, YellowOffice (I) yellowoffice.it

Artisti:

Aurora Cacciapuoti (I) auroracacciapuoti.com, Martina Della Valle (I) martinadellavalle.blogspot.it, Samuele Menin (I), Flaminia Veronesi (I) flaminiaveronesi.com, NERITAGLI Rugggero Asnagho (I) neritagli.blogspot.it

KIDSROOMZOOM 8-13 APRILE 2014
DOVE: VIA GIUSEPPE REVERE 6, 20123 MILANO

Di segurto alcune immagini di prodotti presenti al KidsroomZOOM.

image

image

image

image