|Pitti Bimbo 84| Dance Off | Balla e ti dirò chi sei

Pronti a ballare? Magari ci scaldiamo un po’ con questo nevischio e gelo che sta cadendo sulla città di Firenze.
Dance Off è il tema di quest’anno, ballare ovunque, ballare sempre, ballare per emozionarsi, ballare per distrarsi, ballare in famiglia, da soli, in gruppo, ballare dentro o fuori, ballare e ballare per capire quale musica siamo e a quale stile apparteniamo.

Balliamo nella sezione kids, con passi di danza puntati su brand nuovi e stranieri, su progetti nati con il cuore che continuano a far parlare di sé edizione dopo edizione, su installazioni consolidate, visto il successo della scorsa edizione. Pitti Bimbo si allarga ancora e lo fa ballando!

Uno dei progetti presentati che oramai sono un must da vedere è senz’altro quello di Unduetrestella DESIGN WEEK, che ogni anno ci conquista con la sua passione per il design e le cose belle, per gli spazi che avvolgono il tanto amato mondo del design per bambini, con una preziosa anticipazione di quella che sarà la più ampia selezione presentata al Fuorisalone a Milano (4-9 aprile 2017). Arte, design e creatività si uniscono secondo il claim Don’t stop per sottolineare la forza dell’infanzia e quanto noi adulti siamo responsabili nella crescita dei più piccoli in questo mondo contemporaneo.

Schermata 2017-01-17 alle 13.49.50

Unduetrestella presenta in questa sede il progetto CUCULA Refugees Company for Craftsand Design da Berlino. “Cucula” è una parola del linguaggio dell’Africa Occidentale che riassume un concetto prezioso ovvero “fare qualcosa insieme” e contemporaneamente “prendersi cura l’uno dell’altro”. CUCULA è un progetto che aiuta i rifugiati a costruire il loro futuro professionale attraverso il design. I pezzi unici di design vengono realizzati nel laboratorio berlinese dai profughi che, grazie alla collaborazione di designer e pedagogisti, imparano un mestiere nuovo. Il punto di partenza è stato il progetto di Enzo Mari Autoprogettazione con i suoi elementi di design come la sedia “Bambino” esposta in questa edizione di Pitti Bimbo.

CUCULA_Sedia-Bambino

Altre novità di Unduetrestella: la versione “mini” del brand italiano Pijama che in questa occasione presenta la nuova linea di cartelle e zainetti per i più piccoli con i tessuti della collezione estiva 2017; dalla Polonia, Pani Pieska con la collezione animaletti tutti fatti a mano in un piccolo laboratorio sulle montagne di Bieszczady.
Continua inoltre la collaborazione con i bellissimi marchi: Alicucio, Nidi, Ocarina mp3, Puella Petite, Studio delle Alpi, MAsking Tape e Linea Mamma Baby. Quest’ultimo presenterà nuovi prodotti per tutta la famiglia come l’intimo baby, i solari SPF 30 e 50+ e il doposole.

Andiamo avanti, perché è sicuramente da vedere la parte dedicata agli Editorials, due grandi pareti al piano inferiore del Padiglione Centrale dove prodotti lifestyle internazionali e italiani vengono raggruppati insieme da uno stesso filo conduttore. Si parla di viaggio con Mini Traveller, il viaggio inteso come sogno e come percorso, dalla mascherina per far finta di dormire alle guide per scoprire il mondo attraverso gli occhi di un bambino, dalla valigia per i piccoli al passeggino all’avanguardia.

Schermata 2017-01-17 alle 15.32.49

Schermata 2017-01-17 alle 15.33.47

Schermata 2017-01-17 alle 15.36.41

Si parla anche di Pet Family perché gli animali oramai sono parte della famiglia, a loro vengono dedicati prodotti di design, a loro ci si ispira, loro sono parte integrante delle nostre vite.

Schermata 2017-01-17 alle 15.41.13

Schermata 2017-01-17 alle 15.42.31

Schermata 2017-01-17 alle 15.40.30

Inoltre, Kartell Kids torna a Pitti con la sua collezione dedicata al mondo del bambino presentando un’installazione speciale con la collaborazione della food blogger Chiara Maci. Sei ricette in esclusiva per il brand, ciascuna abbinata a un prodotto della linea kids. Storie gustose per curiose creazioni: è questo il cuore di #casamaciloveskartell.

Schermata 2017-01-17 alle 14.14.22

Schermata 2017-01-17 alle 14.17.01

Novità di questa edizione è FANCY ROOM lo spazio dedicato al lifestyle del bambino: design di piccoli accessori, gadget e tecnologia. Nel Padiglione Centrale, al piano inferiore, uno spazio-isola dove trovare una serie di oggetti speciali e divertenti dove il filo conduttore è la creatività. Mia preferenza personale: il brand Design letters con le sue cups e bicchieri “letterina” rigorosamente black and white già visti e selezionati a Maison et Objet; il brand Luckyboysunday per i suoi personaggi bizzarri raffigurati sugli accessori come i cuscini e coperte; Noe et Zoe per le sue stelle fluo e il cotone organico; Lullaby Road per glia accessori, cappelli e sciarpe in lana merino; Enfance Paris per la composizione naturale al 100% dei prodotti da bagno; Lapin and Me per le deliziose bamboline e lampade dal gusto vintage.

586d042e4b6a6

pillowlove

Lg--600x400

Altra novità la sezione THE NEST, in collaborazione con il concept lab berlinese Little Pop Up, dedicata a piccoli brand indipendenti, nati da poco o ancora poco conosciuti nel mercato italiano e che hanno le carte in regola per diventare grandi! Occhi puntati su: Garbo&Friends per accessori e tessile dal gusto decisamente raffinato; Grace baby and Child per l’abbigliamento e l’attenzione ai materiali e alla qualità senza dimenticare la classicità di un tempo; Lieblinge, scarpette nate secondo la filosofia che è bene camminare a piedi nudi, per il design accattivante e l’ottima qualità di materiali; Kalinka per la maglieria in lana merino prodotta a mano dal gusto retrò; Mara Mea per le borse dedicate al cambio dei neonati che diventano zaini e shopping bag, per i vestiti che durano anche dopo la gravidanza da indossare il giorno o la sera e dal gusto etnico.

24914572-origpic-db4dc0.jpg_0_0_100_100_635_423_100

46673459-origpic-3ea7b3.jpg_0_0_100_100_635_506_100

img-6157

Schermata 2017-01-17 alle 18.16.12

Continua anche quest’anno la collaborazione con BOLOGNA CHILDREN’S BOOK FAIR presentando il progetto “The Extraordinary Library”. L’universo della moda in 100 gioielli editoriali che Bologna Children’s Books Fair ha selezionato per Pitti Bimbo 84. “The Extraordinary Library”, una libreria particolare che raccoglie al Padiglione Centrale una selezione di volumi di case editrici d’eccellenza provenienti da tutto il mondo. 100 perle editoriali che Bologna Children’s Book Fair ha selezionato per i visitatori di Pitti Bimbo. Libri illustrati che sono incanto per gli occhi, pagine che suscitano stupore e meraviglia.

Little-People-Big-Dreams_Coco_INT_Page_13

Ah! E poi? Due marchi Gray Label e Tiny Cottons che a me stanno a cuore per il design e per la morbidezza dei tessuti, si affacciano per la prima volta a a Pitti! Io ballo, e voi? Seguitemi su Instagram questo giovedì se avete voglia di ballare con me…

Gray_Label_SS17_Pinafore_dres_summer_cardigan

Pitti Bimbo 82 e la preview di Unduetrestella Design Week

Conto ala rovescia all’atteso Pitti Bimbo edizione 82.
I miei occhi come sempre sono puntati sulle proposte di Unduetrestella che quest’anno propone un’installazione basata sulle lettere dell’alfabeto! Così Paola Noè, la curatrice di Unduetrestella, anticipa per la seconda volta a Pitti la sua kids design week milanese che si terrà ad aprile nella capitale italiana di arte e design.

Giochiamo con le lettere e con l’alfabeto il mood di Unduetrestella utilizzato per presentare i marchi esposti.
Chi di noi non ama le lettere?
Anche questa volta sono sicura che ritornerò bambina con l’occhio sognante di una mamma amante delle novità e del design for kids.

Schermata 2016-01-18 alle 21.04.04

Ed eccoli qui i protagonisti del progetto firmato Unduetrestella!
Curiosa di vedere: le sedute in cartone a forma di Alfabeto di Elena BergaminiCUCUMA; le deliziose bamboline in legno di Anita Peg dolls; la nuova collezione di lettere in legno prodotta da Unduetrestella; l’ Animal Alphabet illustrato dall’inglese Marcus Reed; gli sticker Multiply degli spagnoli Tresxics; le ABC music boxes del brand francese Georges.

Con unduetrestella DESIGN WEEK c’è anche il brand tutto italiano Ocarina, il primo mp3 player progettato esclusivamente per bambini, disponibile in 4 colori. Chi lo ha provato non se ne stacca più!
E poi? La nuova collezione di giocattoli d’arte di ToctocLab, unico nel suo genere.
Per la seconda volta, unduetrestella propone il brand olandese di passeggini Joolz che presenta il nuovissimo passeggino Joolz Discovery e i fantastici accessori in tessuto di cotone bio.
E ancora da vedere ci sono i giochi in cartone di Aneluma con il mitico pulmino in versione mini dedicato al gioco del food truck.

6048_kampini_008

il_570xN.736292112_phej

cucuma_alphabet_02

©Il-mondo-di-EVE_SEDIA-EMMA_port-slide

Ma mica finisce qui! Ai marchi accennati sopra se ne affiancano altri sempre contrassegnati dalla lettera dell’alfabeto. Abbiamo la I per Il mondo di Eve con le sue bellissime sedute a forma di lettere, che l’hanno scorso a Pitti erano presenti all’evento ITALIA WOW!
La L sta per Lilipinso e i suoi tanti e bellissimi articoli, tra stampe, stickers, tappeti e collezioni tessili, e per Linea Mamma Baby e per la sua delicata e profumata collezione per il bagnetto.
Passiamo alla M che sta per Mv% Ceramics design, ceramiche poetiche e fatte con amore, e al brand polacco Mana o Nani che propone un piccolo aiutante dolcissimo per il sonno dei più piccoli.

Processed with VSCOcam with a6 preset

E alla N chi ci sarà? Ovviamente il brand Nidi con le sue linee pulite negli arredi e negli accessori per una cameretta funzionale e dal design made in Italy.

131016224180_woody

P come Puella Petite e S come Samuele Menin e Studio delle Alpi.

sda-gamme-1-3

Unduetrestella DESIGN WEEK arte e design per bambini 82.Pitti Immagine Bimbo KidzFIZZ, Padiglione Medici Fortezza da Basso, Firenze 21-23 gennaio 2016

Stay little @Unduetrestella DESIGN WEEK. Furoisalone per bambini.

Anche oggi vi parlo di un pezzo del Fuorisalone 2015 dedicato ai bambini, quello di UNDUETRESTELLA DESIGN WEEK.
Al Superstudio più uno spazio dedicato a Ki.D.S design per bambini in termini di arte, design, food e installazione.

image

Un grande contenitore dal fascino industriale accoglie marchi italiani e internazionali ben assortiti tra loro per l’occhio attento della curatrice Paola Noè che ha arricchito l’ambiente del Superstudio con pezzi vintage e installazioni accanto ad arredi over size, come il letto di Lagrama e il Pouf gigante di TANTOOO disegnato da Antonio Scarponi.

Un fascino dallo stile retrò con i pezzi presentati da Jungle by Jungle e la sua scrivania davvero deliziosa con un nascondiglio a portata di bambino che è lontano dalle mani dei fratelli più piccoli.

image

image

Dettagli che spiccano nell’ampio spazio dedicato al design for kids come le luci di IO KIDS Design, casette colorate su un prato di caramelle, non caramelle qualunque ma quelle storiche di Mera & Longhi.

image

C’è poi la casa delle bambole di Liliane, ad altezza bambino. Accessoriata da Barbie vintage per intrattenere i bambini e far tornare a noi adulti piccoli frammenti di ricordi.

Si cammina tra arredi e accessori pensati per bambini in termini di funzionalità e bellezza e si incontra disteso per terra il nuovo nato di Il Saccottò Made in Italy, un tappeto porta giochi, pratico e morbido che assomiglia ad una tartaruga.

image

C’è tanto di cui parlare, ogni marchio ha una storia e una passione, ogni pezzetto di Unduetrestella ha un ricordo legato all’infanzia, ogni oggetto ha un dettaglio di riconoscimento, uno stile ben preciso e tutti insieme si integrano per dar vita ad ambienti magici e pensati per i più piccoli.

Mi piacciono le tovagliette di Valia Barriello, che mi colpiscono per la loro delicatezza. I suoi protagonisti, Melina e Pallino prendono vita e si trasformano da tovaglietta a dolci bambolotti con cui giocare a fine pappa.

image

Ci sono poi gli arredi di Richard Lampert dal design lineare, dal colore bianco accostati al color legno naturale. Pezzi trasformabili, pezzi che crescono con i bambini, dal fasciatoio che diventa tavolo alla culla che si trasforma in lettino junior e in letto singolo standard. (Si comprano su DESK design for kids e trovate i pezzi che sono stati esposti a Ki.D.S. a prezzi scontati).
Ma di Richard Lampert un altro pezzo forte, la scrivania rettangolare richiudibile e salva spazio di colore giallo con piano in lavagna per piccoli artisti e amanti del design per bambini.

image

image

Un colpo d’occhio non indifferente gli arredi di Nonah, come la libreria, il tavolino e il letto, davvero bellissimi e dal vivo tutta un’altra cosa. Super Nonah!

image

Non dimentichiamo l’allestimento di Nidi Battistella che tra i suoi arredi ci conduce in viaggi tutti colorati. Luci a neon dalla sfumature diverse per ambienti a misura di bambino in un fluttuare di nuvole sospese tra fantasia e realtà.

image

Un percorso, quello di Unduetrestella Design WEEK, che accosta il bello del design per bambini a frasi e parole scritte con washi tape, a oggetti e accessori di un tempo per richiamare i nostri ricordi di bambini. Per non farci dimenticare di restare piccoli. Stay Little to become big. #staylittle

Fuorisalone 2015. Unduetrestella DESIGN WEEK @Ki.D.S design, Superstudio.

Secondo appuntamento con il Furoisalone 2015 tutto dedicato al design per bambini.
Oggi i riflettori sono puntati su Unduetrestella e il suo progetto di arte food e design. Per questa settimana milanese Unduetrestella si chiamerà Unduetrestella DESIGN WEEK, una settimana dedicata a mobili, complementi di arredo, giocattoli, arte, progetti legati al food, proposte editoriali legati al mondo bambino e che interagiscono tra loro negli spazi del prestigioso luogo del Superatudio in via Tortona 27.

image

Punto centrale del progetto è il rimanere bambini per diventare grandi: “stay little to become big”. Un pensiero che possiamo ricondurre a Pascoli quando filosofeggiava sul fanciullino da mantenere in noi e sulla capacità di meravigliarsi delle piccole cose. Così pensando ad una versione moderna del pensiero pascoliano il motto di Unduetrestella si adatta al mondo del design per bambini per creare ambienti speciali per vivere, muoversi e crescere con i più piccoli, ma soprattutto per essere e rimanere bambini con loro.

Un bel da fare per Paola Noe, curatrice di Unduetrestella DESIGN WEEK, oramai nome noto nel settore, con alle spalle quattro edizioni del kidsroom zoom, che pensa ancora più in grande con un contenitore di circa quarantacinque marchi da esporre. Uno spazio come una casa da allestire che accoglierà giochi, arredi, complementi, installazioni, food style ed editoria.
Marchi italiani ed internazionali protagonisti di questa nuova edizione del Ki.D.S kids design al Superstudio di Milano curato da Unduetrestella DESIGN WEEK.

Ci saranno: Alicucio (I), TANTOOO – Antonio Scarponi / Conceptual Devices (I/ CH), Giovanni Bauwens-Willing and Able (BE), bumoon (FR), blueroom (CH), collégien (FR), Fabulous Goose (DK), georges (FR), Goodnight Light (FR/ES) ”ah, quel plaisir!” (FR), il Saccotto MADE IN ITALY (I), IK&SK De- sign Studio (FR), IO Kids Design (UK), ItalyForKids (I), jäll & tofta (DE), jungle by jungle (FR), Joolz (NL), Koa Koa (FR), Lagrama (ES), Richard Lampert (DE), LEFTOVER (I/CH), LIL’gaea (TR), LILIANE Dolls Villa (NL), LOFT42 by Furf Design Studio (I), LOUIS LE SEC (BE), Martina della Valle (I), Mayice (ES), MOLUK (CH), MV% Ceram- ics Design (I), muscar fluffy lights (GR/UK), Nidi (I), NONAH (FR), Puella Petite (I), Noga Ravin (IL/PL), Samuele Menin (I), Fränze Straessle (DE), Studio delle Alpi (LU), Studio Fludd (I), toctocLAB (I), Uocu (DE), Melina di Valia Barriello (I) &me (NL).

image

Arte, design e creatività per i bambini sono i punti cardini sui quali si muoverà il progetto di unduetrestella DESIGN WEEK, con workshop dedicati tra sabato 18 e domenica 19.
Grazie alla ricerca consolidata negli anni, Unduetrestella presenta interessanti soluzioni e suggerimenti per “spazi per i piccoli”, collaborando con marchi, aziende, designer e artisti impegnati nel mondo dell’infanzia, per dare vita a soluzioni di design creative ma anche attente alle esigenze dei più piccoli.
#staylittle

Save the date @superstudio più in via Tortona 27:
13 aprile ore 15-20 (solo stampa)
14-17 aprile ore 10-21 (solo professionisti)
18 aprile ore 10-21 (ingresso anche ai non professionisti)
19 aprile ore 10-18 (ingresso anche ai non professionisti)

image

image

image

image

image

image

image

image

image

image

image

image

Girovagando a Pitti bimbo 80. Una selezione by Threelittlepigs.

Finito Pitti Bimbo, finito il girovagare tra stands alla scoperta di marchi e novità, alla ricerca del bello.
Ancora una volta mi meraviglio di fronte ad alcuni marchi che conosco e mi piace sempre scoprire qualcosa di nuovo.

image

image

Prima tappa: Apartament. La mia sensazione è stata quella di ritrovarmi dentro ad una scena di un film, su un set fotografico tra carte geografiche, mappamondi, lampadari raffiguranti costellazioni, piante di palme accostate a poltrone e divaetti per rilassarsi tra i brand più chic e bon ton, francesi, spagnoli e all’avanguardia tra cui i miei preferiti Emile et Ida, CdeC, Pero, Moon et Miel con collezioni bellissime per il prossimo inverno.

image

image

image

Qui la mostra a cui avevo accennato nel post precedente, una bellissima carrellata di foto e di immagini per i vent’anni di kid’s wear magazine che rappresentano le migliori immagini dei quaranta numeri usciti del magazine.

image

Nella sezione New View.

Minina. I suoi capi eleganti e raffinati, comodi e dai colori soft che ben si equilibrano tra loro, uno stile francese unito al made in Italy milanese da rendere la collezione ancora una volta di alta qualità.

image

Ketiketa, marchio francese prodotto in Nepal che come sempre mi conquista per la sua manifattura e per il suo stile. La sua capsule black and white davvero eccezionale. I completini in cachemire per i bebè, classici e di stile. Veste bebè, bambino e bambina con gran gusto, semplice e bon ton.

image

image

image

Un salto da Adenandanais, mio brand preferito per la fascia di età 0-3 che mi ha spiazzato con delle coperte junior size e da letto singolo morbidissime e bellissime, sia in tinta unita che fantasia.
La linea bambù delle copertine multiuso ancora più morbida di quella che conoscevo io e a cui ero abituata. L’indecisione delle fantasie, tra stelle, animaletti, righe e tinta unita, mi ha fatto ricordare la mia vita in California nel l’imbarazzo della scelta di fronte a tanta offerta.
A giugno 2015 l’uscita di prodotti bagno Adain&Anais tra cui una crema utile per le neo mamme, profumata e vellutata.

image

Un passaggio obbligato da Louise Misha che per la prima volta si affaccia a Pitti Bimbo. Anche in questa collezione sono presenti i suoi colori distintivi come il rosa acceso e il giallo senape, li troviamo negli accessori, nei dettagli come le nappine applicate a borse e sciarpe, nei bijoux per mamme e piccole signorine. Felice di trovare questa collezione da Cupofmilk qui a Firenze per le mie bambine. Louise Misha ha pensato anche ad una collezione donna, finalmente.

image

image

E qui nella sezione delle ‘novità’ la parte che adoro di più quella dedicata al design e all’arte del mondo bimbo. Unduetrestella (prima chiamatosi kidsroomzoom), un progetto di Paola Noè di cui ho già parlato tante volte, è oramai una presenza rilevante al Pitti e a questa edizione ci ha stupito con colori accesi e ben bilanciati tra loro. Un’esplosione di colori dunque, dovuta a brand come Mv%ceramics Design, che ha esposto ceramiche di limoni, pomodori, fette di cocomero, banane, uva, verdura.
Accanto a loro ancora colore con le caramelle di Mera&Longhi disposte in pirottini e a sua volta appoggiati su preziosi centrini di carta dorati.

image

Un altro colpo d’occhio, come un arcobaleno insolito dai mille colori, quello delle calze collegienl alcune disposte in piccole coppe d’argento, come se fossero gelato alla frutta da gustare.

image

Tra le novità di Unduetrestella per quest’anno segnalo la tovaglietta all’americana di Valia Barriello dal nome Melina che si trasforma in una deliziosa bambolina.
La sedia in legno dalle ali d’angelo completamente fatta a mano di LOFT42 By Furf Design Studio.

image

image

Tanti i marchi presenti con prodotti particolari e belli tanto da voler tornare bambina.
Nidi con il tappeto Sunday e i pouf morbididi in tessuto; Alicucio con il suo camioncino in legno fatto a mano; studio delle Alpi con i suoi animali trainabili e un cubo grande porta giochi a sua volta provvisto di ruote; il gioco panino di Studio Fludd presentato come prototipo al Kidsroomzoom 2011 durante il salone del mobile a Milano; i bicchieri spessi e colorati insieme ai piatti di Clemt per giocare durante la pappa; le lampade applique di Georges, quelle con la ciliegia le mie preferite; sgabelli multiuso chiamati’zoo’ di Mayice; le porcellane di Martina delle Valle arricchite da lettere di pastina lasciate sul fondo, ricordo di minestrine d’infanzia.

image

image

Un’installazione di arte, cibo e design che mi ha fatto venire voglia di: calarmi in un’atmosfera tropicale insieme ai miei Three Litte Pigs, ‘giocare a prendere il the’ con le bustine progettate da Paola e realizzate da C&Cie etoilee, giocare al mercato e a mangiare la pasta sempre create da C&Cie etoilee.

image

image

Non posso tralasciare l’angolo di Linea Mamma Baby e le sue bottiglie di saponi profumati, olii, salviette, amido di riso per i più piccini. E chi mi segue sa che non posso più farne a meno, e così anche i miei bambini.

image

Un progetto, questo di Unduetrestella, che vedremo in grande al Superstudio più di Milano in occasione del Salone del Mobile.

Gli oggetti selezionati sono stati esposti con cura e affiancati da tazzine e scatoline vintage di prodotti alimentari scovate in mercatini o a casa della mamma.

image

Un girovagare e un curiosare che mi ha portato a conoscere il marchio tedesco Litolff. Sono rimasta colpita dai set per neonati, quelli che si regalano quando nasce un bambino, con spazzola di legno per capelli, ciuccio, scatolina in legno, giochino in legno naturale, copertina. Un set completo che conquisterà le mamme e i loro piccoli. In più le porcellane, davvero belle, che raccontano storie e imprigionano personaggi e animali. Eccetto la lepre, che sembra fuggire correndo da piatti, tazze, e portauovo.

image

image

image

Qui finisce il mio Pitti Bimbo80, tra sensazioni, facce nuove, stimoli e sorprese. Tra scarpette di lusso come quelle di Baby Walker, installazioni a tema come quelle del Gufo, colori forti per le giacche a vento di K-way.

image

image

image

image