|Natale 2016| Pacchetto regalo home made con la stoffa.

img_0344

Natale si avvicina e pensare al pacchetto regalo per me è come sentire il Natale in anticipo. E’ entrare nell’atmosfera delle lucine, delle decorazioni, dei biscotti alla cannella e del loro profumo che avvolge tutta la casa, dove tutto diventa magia.

Quest’anno il pacchetto regalo di Natale è d’ispirazione giapponese perché fatto con la stoffa.
In Giappone l’arte di avvolgere i regali con la stoffa si chiama Furoshiki e per chiudere il pacchettino si fa semplicemente un nodo. Mi sono limitata a chiuderli con lo spago e a decorarli con dei timbrini home made fatti con le patate. Un modo divertente per coinvolgere anche i bambini!
Niente carta al momento, ma stoffa per creare un pacchetto regalo speciale!

Se a casa vi avanzano pezzetti di stoffa e non sapete cosa farne ecco che è giunto il momento per utilizzarli al posto della solita carta da pacco.
Ho selezionato stoffe dai toni caldi e chiari, rigorosamente in tinta unita, che si adattassero al colore delle pigne con cui poi ho chiuso i pacchettini.

img_0328-1

Cosa occorre:
– pezzi di stoffa per il pacchetto regalo
– coltello e patata da intagliare da utilizzare come timbro
– colore/tempera per tessuti
– pennello
– pigne
– spago o filo di lana per chiudere il pacchetto
– bigliettini auguri

Per i bigliettini di auguri mi sono affidata a quelli di Family Nation che hanno aggiunto una nota di colore in più. Dolci e stilizzati alberelli di Natale insieme a messaggi di auguri pensati con il cuore. Li troverete nella vostra spedizione se deciderete di fare shopping online per i regali di Natale!

Procedimento:
1. Impacchettare il regalo con la stoffa, non importa fermarla con lo scotch, basta chiuderlo con lo spago o con un filo di lana.
2. Tagliare la patata. Basta una forma semplice, dei piccoli triangoli o dei quadratini andranno benissimo.
3. Colorare la parte della patata con la tempera e via agli stampini.
4. Decorare con una piccola pigna la chiusura del pacchetto.
5. Aggiungere il vostro bigliettino di auguri.

img_0332

img_0347

E’ possibile anche riutilizzare la stoffa se usate colori per tessuti. In questo caso potrà diventare un tovagliolo, un asciughino o una tovaglietta, a me piace l’idea che il bordo sia sfilacciato, non per forza cucito alla perfezione.
Consiglio quindi di utilizzare colori per tessuti così da poterli lavare in lavatrice senza che il colore svanisca.
Buon lavoro! E se sfogliate il Family Nation Magazine questo tutorial anche li…
img_0351

Calendario dell’ avvento 2015, quale scegliere?

Manca poco a Dicembre, inizia il countdown al Natale e la voglia di condividere un momento magico in famiglia si fa sempre più sentire.
Ma cominciamo per gradi… Ci ritroveremo catapultati in un batter d’occhio nel mese di dicembre!
Avete già pensato al calendario dell’ avvento? Io sinceramente no, solo qualche idea sporadica che gira nella mia testolina, ma niente di certo, di fatto e costruito.
L’anno scorso lo avevamo pensato così, con tanti simboli appesi e attività e giornate scandite dai simboli.
Quest’ anno niente simboli, ma numeri, numeri e disegni da colorare, numeri d’ orati, numeri e stelle da aprire e da scoprire. Scatole o scatoline con dentro aspettative, bigliettini, e forse sorpresine?

Ecco qui la selezione Three Little Pigs per i calendari dell’ avvento Dicembre 2015, mi aiutate a scegliere?

Cominciamo con quello di Unduetrestella dal titolo My Angel…composto da 24 angioletti da colorare. Gli angeli ci proteggono, gli angeli aprono le loro grandi ali per volare accanto a noi nei momenti del bisogno e per vegliare costantemente sul nostro cammino. Tutti abbiamo bisogno di un angelo e io ho il mio che mi osserva da lassù, lo so che c’è, lo sento è il mio papà. Per questo amo questo calendario, per gli angeli e il messaggio che posso dare ai miei bambini. Grazie Unduetrestella per il messaggio poetico e spirituale.

image

Il disegno realizzato da Samuele Manin si ispira ad un pensiero lasciato da una mamma speciale sul cuscino di una bambina per augurarle la buona notte.

image

image

In edizione limitata lo trovate da UnduetrestellaSTORE, lo store di tendenza per i più piccoli in via Gaiambattista Vico,1 a Milano.

Passiamo poi a quello ‘stellare’ composto da 24 stelle bianche di carta riutilizzabili. L’ apertura sul retro delle stelle consente di inserire e togliere il regalino con facilità.
Quindi pronti a riempire le 24 stelle con le super sorprese di Numero 74?
Dalla benda da pirata alla mollettina con fiocco, dalla bacchetta magica al porta monete, dall’ orologio di stoffa al piccolo dinosauro, dalla bacchetta magica al mini blocchetto per piccoli disegni. Insomma 24 sorpresine firmate Numero 74, come non impazzire? In più è disponibile la versione per lei o per lui. Lo trovate sul negozio online Family Nation.

numero-74-advent-calendar-star-with-24-surprises-for-boy-room-decorations_11495_zoom

numero-74-advent-calendar-star-with-24-surprises-for-girl-room-decorations_11493_zoom

Poi esistono i calendari fai da te… dove ci dobbiamo mettere impegno, costanza, idee, manualità, e predisposizione.
Chi avesse voglia di cimentarsi in un progetto natalizio, tra tante idee che girano su Pinterest, ho selezionato questo, forse già visto e rivisto, ma a me è sempre piaciuta l’idea della piccola città! Qui più che parlare di città si può parlare di bosco ma prendo ispirazione forse per il nostro prossimo calendario dell’ avvento…
Una renna, o una macchina, un angioletto o un pulcino si mette in cammino alla ricerca del ‘numero giusto’. Tra stradine da percorrere e indovinelli da risolvere, preghiere da recitare e buoni propositi da condividere, riusciranno i Three Little Pigs a scoprire tutte le scatoline del bosco?

christmas-tree-advent2

E adesso cosa scegliere? Spero di esservi stata di aiuto e di ispirazione per il vostro calendario dell’ avvento, si accettano idee e suggerimenti!

Il calendario dell’avvento dei Three Little Pigs

Vi presento il calendario dell’avvento dei Three little pigs.

Con grande entusiasmo abbiamo lavorato insieme al progetto, lo abbiamo pensato, costruito e colorato insieme.
Ognuno di noi ha pensato ad un simbolo. Chi il cuore che indica l’amore e il volersi bene, chi ha pensato a ‘Palazzo Vecchio‘ che sta ad indicare la giornata al museo, chi ha voluto il gelato come simbolo di andare al ristorante, chi l’albero di Natale per indicare il giorno in cui si fa l’albero a casa.
Il giorno della tazza ognuno prepara la merenda all’altro, cosa che preoccupa Gregorio che già si immagina di dover stare ai fornelli.
Il giorno del cagnolino nero si dorme dalla nonna, il giorno del birillo si va ad atletica oppure è il giorno ‘under construction’ come dice Greg.

Ogni giorno i Three little pigs saranno impegnati in qualcosa e troveranno un messaggio della mamma e del babbo o una sorpresa… Ancora devo riflettere al riguardo, ma sicuramente molti messaggi staranno ad indicare un buon proposito per l’anno nuovo o qualcosa di buono da fare nel mese di dicembre.

Ci sarà il giorno dello ‘spettacolo’ dove noi cinque ci impegneremo a fare un paio di scenette riprese da un libro.

Ci saranno simboli in più da poter cambiare o aggiungere a quelli già presenti.
Un calendario dell’avvento che diventa gioco, fatto con il das che mi ha riportato alla mia infanzia, e che abbiamo colorato con le tempere.

Un calendario più impegnativo dell’anno scorso dove mi ero limitata a semplici pacchettini bianchi appesi sopra al camino e dentro tante sorpresine.

Quest’anno i temi principali sono: condivisione, amore, buoni propositi, famiglia.

image

image

image

Santa claus and Baby Bottega

image

Babbo Natale sta per arrivare a Firenze a scegliere i regali e piu’ precisamente da Baby Bottega dove i piccoli potranno consegnare la loro letterina e farsi fotografare su un vero set da un fotografo professionista. Il 23 e 30 di Novembre sarà possibile infatti donare dei soldi per una buona causa. Il ricavato dell’ evento sarà devoluto a favore del progetto “Dalla capanna alla sala parto” della Onlus Engera, finalizzato alla costruzione della nuova struttura per la cura e l ‘ accoglienza di mamme e bambini a Zezencho, in Etiopia.
Baby bottega richiede una prenotazione per gestire al meglio la situazione, e concedere un po’ di tempo ai bambini per stare con babbo Natale. Quindi per chi volesse presentarsi basta che invii una mail all’ indirizzo hello@babybottega.com oppure un messaggio alla pagina facebook di baby bottega.

image

Un sabato divertente per fare entrare lo spirito del Natale in famiglia e farsi un’idea sui regali da fare ai più piccoli ma anche alle loro mamme.

Ricordo la prima volta che Gregorio vide Babbo Natale, eravamo a Los Angeles al The Grove. Li si sa fanno le cose in grande. Una lunghissima coda per arrivare alla casetta di Babbo Natale per farsi fotografare e dare le letterine, ovviamente nessuna lettera visto che greg non aveva neppure un anno. La casetta che poteva essere benissimo un bilocale con giardino, sembrava proprio quella vera che si vede nelle cartoline o nei film, intorno folletti aiutanti e mille decorazioni e luci. Ero curiosa e contenta di vedere la reazioni di Gregorio, che appena entrati, a bocca aperta si guardava intorno, poi, visto l’omone grosso e pieno di barba bianca (per me era il vero Babbo Natale, troppo perfetto!) io con spavalderia l’ho praticamente scaraventato sulle ginocchia del gigante barbuto per la foto ricordo e Gregorio e’ crollato in un pianto di abbandono… quindi dopo aver fatto la lunga coda la foto e’ riuscita con un broncio piagnifero di Greg. Poco male quest’ anno la rifacciamo, e sono convinta che Gregorio avra’ tanto da raccontare e da chiedere all’ omone! Per le bimbe sarà la prima volta…