Pirates birthday party

Gregorio ha compiuto 5 anni! Qui si cresce e troppo velocemente.
Ci teneva alla sua festa dei suoi 5 anni, ci teneva perché l’ anno scorso era malato e non ha festeggiato con gli amici preferiti, desiderava avere i suoi amici a casa e sentirsi un po’ leader… Credo.
Voleva questa festa, anche perché le sue sorelle l’ avevano avuta e lui, ovvio, non voleva essere da meno.
Così dopo aver deciso insieme il tema pirati ( per fortuna non mi ha sparato un gormita party) e chi mi segue su facebook lo sa bene, mi sono attivata per organizzare il tutto.
Pensare alle decorazioni e ai travestimenti, al mangiare e all’ intrattenimento, a dove fare la festa sfruttando gli spazi della casa e a pensare che diciassette bambini in camera di Gregorio non sarebbero dovuti assolutamente entrare… Così tutti sotto in taverna!
La ‘scenografia’ opera mia, festone dei pirati preso dal negozio di babybottega qui a Firenze, punto di riferimento per novità mondo bimbo e decorazioni chic per feste, la tovaglia bianca e nera recuperata da Ikea nel reparto tessuti, i palloni di carta, piatti, bicchieri sul sito di Mylittleday.

image

Gregorio ci teneva ad avere un tesoro con spade e monete d’ oro, così ho pensato alla pignatta a forma di tesoro, sarei stata una mamma ganza s’è l’ avessi fatta io, ma no, ancora no…quindi anche questa su internet.

image

Il senso a tutto lo hanno dato ancora una volta le ragazze di Caduta Libri che hanno fatto calare Gregorio e i suoi amici in un clima totalmente piratesco. L’ accoglienza consisteva nella consegna di un medaglione in pelle con applicato un teschio e con scritto il nome del bambino, poi se qualcuno voleva poteva tra vestirsi con i cappelli, le bende e le passate per le femmine (recuperate da me).

image

Finita questa fase, si salpa sulla barca dei pirati e a turno i bambini hanno issato la bandiera per un viaggio alla scoperta del tesoro. E qui la storia raccontata da Laura (caduta libri) con un finale mozzafiato, Il tesoro maledetto, di Jhonny Duddle.
Mai sentita una storia raccontata così, con voci diverse ed espressioni facciali da pirata. A seguire la volta della creazione della propria mappa, perché un pirata non è un pirata senza la sua mappa! E così chi per terra chi appoggiato a qualche panchetto o baule i bimbi hanno costruito la loro mappa, con pennarelli, colla, e sagome ritagliate di squali, pirati, velieri e tesori.

image

image

image

Poi la tanto desiderata torta, una torta incredibile creata da Barbara de Ipasticciditrilly. Una mappa dettagliata e disegnata con cura, una barca al cioccolato con tanto di vele e remi, un tesoro con monete, coccodrilli, il mare, la palma da isoletta deserta, la sabbia. Buona e scenografica!

image

A seguire le ragazze di Caduta Libri hanno coinvolto i bambini nel riempire la loro bottiglia di vetro con la mappa creata precedentemente, una pepita d’oro, conchiglie, sabbia, simboli di carta come la rosa dei venti, velieri, tesori.
Poi il momento della ricerca del tesoro, tutti si guardano intorno cercando per terra, dietro ai divani, guardando in basso. I bimbi credevano che il tesoro fosse nascosto nel baule grande in mezzo alla stanza, e cercavano di aprirlo, ma quello era solo un diversivo, in realtà il tesoro era appeso al soffitto, coperto da un telo bianco, e quando lo hanno trovato hanno cercato di scoprirlo saltando a più non posso. Poi in fila per rompere il tesoro che tanto facile da rompere non era. Con l’ aiuto di qualche genitore una cascata di coriandoli, monete, cioccolatini, caramelle, trombette, adesivi e’ calata sulle teste degli invitati e che gioia vedere le loro faccine contente! Ultimo step, dopo il tesoro trovato, la consegna del diploma di pirata, un vero diploma da pirata con i nomi e soprannomi pirateschi. Il capitano Gregorio tagliagole… un vero successo!

image

Gregorio la sera prima di andare a letto si è messo a colorare ulteriormente la mappa, poi mi ha detto che la festa e’ stata bellissima e mi ha ringraziato con un bacio, abbraccio e carezza, e prima di chiudere gli occhi mi ha sussurrato ‘ mamma quando compio sei anni la festa la voglio fare dei Ninja’ … Buonanotte Greg e sogni d’oro!

A Christmas with ‘mylittleday’

Il Natale e’ per i bambini. Noi grandi possiamo solo essere più bravi, buoni, impegnarci di più per il nuovo anno a non deludere nessuno, a mostrare sempre un sorriso ai nostri figli anche nelle difficoltà.
Se decideremo di passare il natale a casa, come vorrei, preparero’ la tavola per loro, perché non si possono tenere dei bambini a tavola per tanto tempo obbligandoli a stare fermi, composti, a mangiare tutto quando il loro unico desiderio e’ provare i giochi nuovi, giocare, scartare. Quindi ho pensato ad una tavola un po’ magica e mentre noi grandi mangeremo e ci abbufferemo loro si sorprenderanno dei bicchieri fatti a renna, delle stelle e confetti sul tavolo, di tante decorazioni.
I decide to prepare the table for them, because you can not keep the children at the table for a long time, forcing them to stand still, composed, to eat everything when their only desire playing new toys. So I thought of a table a little ‘magic’ and while we eat a lot and much more, they will be surprise about the glasses made of deer and the stars and confetti on the table!
All this Christmas stuff is from mylittleday, my favourite party supplies shop online.
image
image
image
image
image

image