Brutto tempo? Cinque passatempi semplici a casa con i bambini.

Brrr, freddo e pioggia, in casa chiusi e programmi del fine settimana saltati. Cambio armadio anticipato e ora si che arrivano i super raffreddori da cambio stagione…

Cosa fare a casa con bambini ormai cresciutelli quando fuori il tempo non ci permette di stare in giardino e all’aria aperta?

Cinque idee che stanno vincendo su tutte le altre idee banali e comuni per tenere occupati i bambini, sono le preferite dei Threelittlepigs. Ecco un piccolo elenco di cose da fare con i bambini, con o senza la partecipazione della mamma, e tutte più o meno rilassanti.

Non immaginatevi isole felici piene di sabbia per fare entrare un po’ di sole e estate in casa e neppure orto indoor o costruzioni di cartone tipo macchine, case delle bambole fai date o maschere bellissime che si trovano solo su Pinterest.
Siamo giunti quasi alla fine dell’anno scolastico e tutti dico tutti siamo molto provati!

1. Cominciamo dunque con la prima attività per bambini amanti del disegno. Questa è quella preferita dalle piccole di casa che non smetterebbero mai di disegnare con qualsiasi tipo di strumento.
Colorare. Qualsiasi cosa, carta cartoncini, casette di carta, scatole da scarpe, legno, stoffa con qualsiasi tipo di strumento, acquerelli, tempere, matite, pennarelli. E poi se possibile tagliare. Quindi munitevi di un kit o la mega scatola dei colori con tutto l’occorrente compreso i mitici grembiuli i per non sporcarsi.

2. Il passatempo preferito invece da tutti e tre da condividere tra bravi fratellini è quello di attaccare gli adesivi dei libri della Usborne. Magnifico passatempo con cui si diverte anche la sottoscritta. Vestire i bambini che vanno in vacanza o creare battaglie tra cavalieri alla conquista del castello.
Se però hai un figlio come me che attacca 100 stickers in due giorni allora è meglio cambiare tipologia di libro e optare per qualcosa di diverso. Leggi qui.

3. Costruzioni di tutti i tipi. Quelle però che vanno per la maggiore sono le costruzioni con i mobili e accessori di casa qualcosa di unico per inventarsi storie e immedesimarsi in qualche personaggio. Qui il maschietto di casa si scatena un po’ e mette sotto sopra in sequenza, salotto, camera da letto dei genitori, camera da letto dei bambini e cucina prendendo coperte, cuscini, sedie. Tutto ciò per costruire rifugi e nascondigli e giocare agli indiani, ai pirati, a far finta di essere pescatori e stare attenti agli squali. Anche le costruzioni di Matto Costruzioni ci hanno conquistato, veri mattoncini per costruire la casetta di mattoni come quella nella storia de I Trei Porcellini e che il lupo non può buttare giù.

4. Giochi di imitazione. Vestirsi con i vestiti della mamma o del papà e giocare ad imitarli. Il passatempo che detesto di più quando vedo le bambine intrufolarsi nel mio armadio e creare il caos tra scarpe e vestiti a giro per casa. Respiro, interiorizzo e gioco con loro e poi tiro fuori la scatola con i travestimenti e gli accessori che noi genitori non usiamo più. Gioco anch’ io e facendo finta di essere uno di loro infilandomi la loro maglietta preferita.

5. Cercare tutti i puzzle sparsi per casa e accumularli uno sopra l’altro in modo da creare una torre gigante che piano piano diminuisce dopo aver costruito tutti i puzzle possibili a disposizione e aver tappezzato il pavimento di isole colorate sulle quali viaggiare con la fantasia. Durata, due ore di tranquillità.

Tra questi cinque passatempi da fare con i bambini, ma che sinceramente una volta indirizzati possono essere in grado di svolgere da soli, devo dire che il mio preferito, da mamma un po’ banalotta, è quello dei colori e dei libri con gli adesivi, giochi tranquilli che rilassano me e sopratutto loro.

Ma attenzione se il tempo trascorso con queste due attività è troppo lungo si potrebbe scatenare il vero delirio.

Chi ha più di un bambino due regole per non creare panico e gelosie con consequente strappo di capelli alla sorellina (per fortuna ancora non mi è mai successo, ma meglio prevenire).

1. Prestare la stessa attenzione qualitativa e di durata a tutti e tre, facendo turni di cinque minuti, non meno sennò a noi mamme gira la testa.
2. Fregarsnene del disordine (cosa per me molto difficile). A loro piace sporcarsi, impastrocchiarsi, e mettere tutto sottosopra. Da qui un ultimo gioco da fare insieme, riordinare alla velocità della luce con scontri di testa possibili e rovesciamenti di tempere sul tavolo!

Queste sono le nostre attività, abbastanza comuni e banali, in caso di mal tempo. Vi segnalo un blog utilissimo dove trovare davvero tante belle e pratiche attività da fare con i bambini grazie ai consigli della super mamma Giada di Quando fuori piove!

image