Girovagando a Pitti bimbo 80. Una selezione by Threelittlepigs.

Finito Pitti Bimbo, finito il girovagare tra stands alla scoperta di marchi e novità, alla ricerca del bello.
Ancora una volta mi meraviglio di fronte ad alcuni marchi che conosco e mi piace sempre scoprire qualcosa di nuovo.

image

image

Prima tappa: Apartament. La mia sensazione è stata quella di ritrovarmi dentro ad una scena di un film, su un set fotografico tra carte geografiche, mappamondi, lampadari raffiguranti costellazioni, piante di palme accostate a poltrone e divaetti per rilassarsi tra i brand più chic e bon ton, francesi, spagnoli e all’avanguardia tra cui i miei preferiti Emile et Ida, CdeC, Pero, Moon et Miel con collezioni bellissime per il prossimo inverno.

image

image

image

Qui la mostra a cui avevo accennato nel post precedente, una bellissima carrellata di foto e di immagini per i vent’anni di kid’s wear magazine che rappresentano le migliori immagini dei quaranta numeri usciti del magazine.

image

Nella sezione New View.

Minina. I suoi capi eleganti e raffinati, comodi e dai colori soft che ben si equilibrano tra loro, uno stile francese unito al made in Italy milanese da rendere la collezione ancora una volta di alta qualità.

image

Ketiketa, marchio francese prodotto in Nepal che come sempre mi conquista per la sua manifattura e per il suo stile. La sua capsule black and white davvero eccezionale. I completini in cachemire per i bebè, classici e di stile. Veste bebè, bambino e bambina con gran gusto, semplice e bon ton.

image

image

image

Un salto da Adenandanais, mio brand preferito per la fascia di età 0-3 che mi ha spiazzato con delle coperte junior size e da letto singolo morbidissime e bellissime, sia in tinta unita che fantasia.
La linea bambù delle copertine multiuso ancora più morbida di quella che conoscevo io e a cui ero abituata. L’indecisione delle fantasie, tra stelle, animaletti, righe e tinta unita, mi ha fatto ricordare la mia vita in California nel l’imbarazzo della scelta di fronte a tanta offerta.
A giugno 2015 l’uscita di prodotti bagno Adain&Anais tra cui una crema utile per le neo mamme, profumata e vellutata.

image

Un passaggio obbligato da Louise Misha che per la prima volta si affaccia a Pitti Bimbo. Anche in questa collezione sono presenti i suoi colori distintivi come il rosa acceso e il giallo senape, li troviamo negli accessori, nei dettagli come le nappine applicate a borse e sciarpe, nei bijoux per mamme e piccole signorine. Felice di trovare questa collezione da Cupofmilk qui a Firenze per le mie bambine. Louise Misha ha pensato anche ad una collezione donna, finalmente.

image

image

E qui nella sezione delle ‘novità’ la parte che adoro di più quella dedicata al design e all’arte del mondo bimbo. Unduetrestella (prima chiamatosi kidsroomzoom), un progetto di Paola Noè di cui ho già parlato tante volte, è oramai una presenza rilevante al Pitti e a questa edizione ci ha stupito con colori accesi e ben bilanciati tra loro. Un’esplosione di colori dunque, dovuta a brand come Mv%ceramics Design, che ha esposto ceramiche di limoni, pomodori, fette di cocomero, banane, uva, verdura.
Accanto a loro ancora colore con le caramelle di Mera&Longhi disposte in pirottini e a sua volta appoggiati su preziosi centrini di carta dorati.

image

Un altro colpo d’occhio, come un arcobaleno insolito dai mille colori, quello delle calze collegienl alcune disposte in piccole coppe d’argento, come se fossero gelato alla frutta da gustare.

image

Tra le novità di Unduetrestella per quest’anno segnalo la tovaglietta all’americana di Valia Barriello dal nome Melina che si trasforma in una deliziosa bambolina.
La sedia in legno dalle ali d’angelo completamente fatta a mano di LOFT42 By Furf Design Studio.

image

image

Tanti i marchi presenti con prodotti particolari e belli tanto da voler tornare bambina.
Nidi con il tappeto Sunday e i pouf morbididi in tessuto; Alicucio con il suo camioncino in legno fatto a mano; studio delle Alpi con i suoi animali trainabili e un cubo grande porta giochi a sua volta provvisto di ruote; il gioco panino di Studio Fludd presentato come prototipo al Kidsroomzoom 2011 durante il salone del mobile a Milano; i bicchieri spessi e colorati insieme ai piatti di Clemt per giocare durante la pappa; le lampade applique di Georges, quelle con la ciliegia le mie preferite; sgabelli multiuso chiamati’zoo’ di Mayice; le porcellane di Martina delle Valle arricchite da lettere di pastina lasciate sul fondo, ricordo di minestrine d’infanzia.

image

image

Un’installazione di arte, cibo e design che mi ha fatto venire voglia di: calarmi in un’atmosfera tropicale insieme ai miei Three Litte Pigs, ‘giocare a prendere il the’ con le bustine progettate da Paola e realizzate da C&Cie etoilee, giocare al mercato e a mangiare la pasta sempre create da C&Cie etoilee.

image

image

Non posso tralasciare l’angolo di Linea Mamma Baby e le sue bottiglie di saponi profumati, olii, salviette, amido di riso per i più piccini. E chi mi segue sa che non posso più farne a meno, e così anche i miei bambini.

image

Un progetto, questo di Unduetrestella, che vedremo in grande al Superstudio più di Milano in occasione del Salone del Mobile.

Gli oggetti selezionati sono stati esposti con cura e affiancati da tazzine e scatoline vintage di prodotti alimentari scovate in mercatini o a casa della mamma.

image

Un girovagare e un curiosare che mi ha portato a conoscere il marchio tedesco Litolff. Sono rimasta colpita dai set per neonati, quelli che si regalano quando nasce un bambino, con spazzola di legno per capelli, ciuccio, scatolina in legno, giochino in legno naturale, copertina. Un set completo che conquisterà le mamme e i loro piccoli. In più le porcellane, davvero belle, che raccontano storie e imprigionano personaggi e animali. Eccetto la lepre, che sembra fuggire correndo da piatti, tazze, e portauovo.

image

image

image

Qui finisce il mio Pitti Bimbo80, tra sensazioni, facce nuove, stimoli e sorprese. Tra scarpette di lusso come quelle di Baby Walker, installazioni a tema come quelle del Gufo, colori forti per le giacche a vento di K-way.

image

image

image

image

Family nation, shop online, shop for family.

Ho già parlato in passato di Family Nation e dei prodotti che ho usato con e per i miei bambini, ma oggi ne voglio parlare di più e focalizzare l’attenzione sui neonati e le neo mamme.
Sono circondata sempre più da amiche che stanno per diventare mamme e da mamme che mi chiedono consigli su cosa e dove acquistare prodotti per i loro piccolissimi.
Cosa c’e’ di meglio che starsene seduti a casa con il proprio pancione o nelle giornate di brutto tempo mentre il vostro piccolino dorme e cliccare on line su questo sito a portata di famiglia? Qui tutto e’ centrato sulla qualità, praticità, innovazione. Family nation pensa alle mamme e alle neo mamme, ai neonati, ai bambini un po’ più grandicelli, pensa alla famiglia.
Tanti i prodotti che consiglio. Alle neo mamme:
I  prodotti di Adain and Anais per i bavagli, gli swaddles e le copertine in mussola di cotone, morbidissimi
gli accessori Hevea che hanno un design attraente e originale e sono prodotti in puro caucciù naturale e senza bpa
la linea della Lansinoh con i suoi prodotti per l’allattamento
il marchio danese Serendipity Organics che produce abbigliamento Bio per neonati e bambini in in stile classico come le tutine in puro cotone bio e maglioni e cappelli in soffice alpaca e lana di prima qualità,

image

image

image

image

Per le mamme invece che sono in dolce attesa consiglio l’abbigliamento premaman comodo del marchio Fertile Mind e quello più chic multifunzionale per allattamento e sempre premaman di Boob. Date un’occhiata ai link sopra, se penso alla mia pancia gemellare forse mi sarei sentita meno pesante e grossa con i miei 23 kg in piu’ indossando questi vestiti…

In più per divertirsi in famiglia con bimbi più grandicelli e dato che mi riguarda in prima persona ci tengo a parlare di una new entry nel sito Family Nation. Il marchio Londji offre puzzles, gioco dell’oca (nella mia lista di Natale), tatuaggi, e giochi in legno come yoyo e corda per saltare.

image

Altra segnalazione, l’abbigliamento bio di Frugi e in particolare le coloratissime calze e calzini che fanno divertire i più piccoli e noi genitori.

image

WRAP WRAP WRAP yuor BABY

L’involtino. Così lo chiamavo.

Appena nati i miei bimbi sono stati ‘wrappati’, ovvero avvolti in soffici e organici tessuti come piccoli involtini. Sicuri e sereni dormivano tutti infagottati. Poi quando si liberavano dall’ involtino e si stiravano era giunto il momento del latte. Ecco un piccolo consiglio per le mamme e per i papà che hanno bisogno di dormire ma soprattutto per chi viene alla luce. Per farli sentire sicuri e non sperduti in giganti lettini. Le manine sono abituate a toccare un involucro intorno a loro, la membrana dell’utero è stata parte di loro per ben nove mesi. Questo è un modo per proteggerli dal vuoto intorno a loro. Avvolgere il vostro neonato in una copertina morbida è farlo sentire protetto. I migliori tessuti bio di cotone li produce Adain+Anais, marchio che adoro per tutto quello che offre. Li trovate qui.

‘Doing a nice, snug swaddle is an essential skill of parenthood. It helps settle a baby when he’s overstimulated, prevents him from being disturbed by his own startle reflex’.

image
My boy at almost 2 years with her newborn sister. 

howtobaby

image

 adain

 AA_Serenity_SleepTime_swaddle_B