Poudre Organic la magia del cotone bio.

67

Chi ama la delicatezza del cotone bio e della mussola di cotone morbida e leggera come me non può non mettere tra i marchi preferiti per bambini Poudre Organic.
Mi ha conquista subito; al primo sguardo mi sono innamorata dei toni delicati e poi dei tessuti che al tatto sono davvero morbidi, leggeri e traspiranti.
Sul mercato oramai dal 2014 è stato creato da due mamme molto attente ai temi dell’eco e della comodità per i più piccoli che con la loro passione e gusto hanno fatto aumentare il marchio anno dopo anno. E questa collezione PE 2017 ne è la conferma!

Amo il cotone bio e le sue qualità; la coltivazione e la fase di trasformazione non prevedono l’utilizzo di pesticidi e sostanze chimiche che potrebbero essere controindicati per chi soffre di dermatiti o allergie. Il cotone biologico lascia respirare la pelle evitando dunque il rischio di irritazioni cutanee.

Adesso che la primavera è alle porte e il sole scalda le nostre giornate, mi viene voglia di mezze maniche, di giallo abbinato al bianco o al verde, di un prato fiorito in discesa sul quale correre insieme alle mie tre creature, fino a che le nostre gambe non reggono più e il nostro respiro si fa sempre più affannoso. I colori tenui di Poudre Organic mi fanno pensare a questo e alla voglia di stare all’aria aperta ad inseguire il volo leggero di farfalle colorate.

1487971625260
poudre-organic-abito-bimba-con-maniche-a-3-4-verde-petrolio-–-100-cotone-bio-vestiti_29256
Non solo abiti e accessori da 1 mese a 8 anni ma anche accessori per il lettino, come i bellissimi copri piumini nelle stesse nuance della collezione abbigliamento.
Ogni tessuto è tessuto con polvere di cotone organico da agricoltura biologica per una produzione europea del 100%. provare per credere, Made in Portugal.
70

Back to school | Amicizia

_mg_7265

Non è mai facile ricominciare…
Ma è arrivato il tanto desiderato, sopratutto per me, back to school!
E’ tempo insomma di tornare sui banchi di scuola, di affrontare nuove avventure, nuovi ostacoli e di raggiungere nuovi traguardi. E’ tempo di lasciarsi l’estate alle spalle, di raccontarla agli amici, di scriverne testi e farne disegni. E’ tempo di stringere nuove amicizie e coltivare le vecchie, rafforzarne il rispetto, la sincerità, la disponibilità reciproca, la fiducia.

E’ vero che il ritorno a scuola sa di libri, quaderni, grembiule, diario, cartella ecc, ma per me e per i miei figli il ritorno a scuola sa sopratutto di amicizia con la A maiuscola.

Tornare a scuola, anno dopo anno, e ritrovare i vecchi compagni è emozionante.
Il primo giorno di scuola lo è, le mani sudate, il battito del cuore accelerato, il ritrovarsi accanto al migliore amico, rivedere la maestra, aspettare la ricreazione per giocare insieme, raccontare e scambiarsi segreti. Ritrovarsi e riscoprirsi di nuovo amici, mostrandosi per quello che si è, con la propria faccia e le proprie emozioni, trovarsi cresciuti rispetto all’anno precedente con la voglia di condividere le stesse avventure scolastiche ed extrascolastiche.

Ognuno vive la scuola secondo la propria personalità, c’è chi la vive come un sassolino nella scarpa, chi invece si da un gran da fare, chi la mattina vuole arrivare per primo all’apertura del cancello. Chi è pronto a scambiare figurine, chi ad abbracciarsi all’uscita per poi rivedersi il giorno dopo, chi a fare inviti per il giorno stesso e passare un pomeriggio in compagnia ai giardini.

E’ da una settimana che Nina ogni giorno mi chiede: “quando manca al primo giorno di scuola?”. Lei è emozionata, e più sente che il giorno si avvicina e più si stringe nelle spalle con un sorriso pieno di eccitazione. Ginevra fa prove di zaino, lo riempie per sentire quanto è pesante, e si domanda se a piedi la mattina riuscirà a portare quel peso… Gregorio è felice di rivedere i compagni, desidera il ‘giorno corto’ perché la ricreazione dura molto di più rispetto agli altri giorni. Vuole rivedere il migliore amico, organizzare il martedì con lui come accadeva spesso l’anno scorso.

Sono felice che tutti e tre saranno nella stessa scuola del paese, so che Greg proteggerà le sue sorelle, nella loro timidezza lui saprà come prenderle. Gli insegnerà a mostrarsi per come sono, una nella dolcezza, l’altra nella simpatia. Mi sembrano così piccole e non pronte ancora per la prima elementare… Ma lo so sono sono sensazioni di una mamma apprensiva.

3_mg_7279

Nella scia di un nuovo inizio che per molti è emozionante fa al caso nostro la collezione Tiny Cottons AW16.

Sa di facce con il sorriso, strette di mano, frasi in segno di amicizia, chiede ai bambini di essere se stessi con le proprie emozioni, espressioni e sentimenti. E questa collezione più di tutte mi conquista.

Tessuti morbidi, qualità eccellente data dal cotone pima, design creativo e divertente in tutti i capi di abbigliamento. Dai leggins ai cappelli, dalle sciarpe alle felpe. In tutta la collezione si respira la voglia di essere amici con le emozioni che ne seguono.
Mostrami la tua faccia, fammi vedere di che pasta ed emozione sei fatto e io ti prenderò per mano e mi divertirò insieme a te, saremo amici nel rispetto delle emozioni e dei sentimenti di ciascuno di noi.

_mg_7292

Cup of Milk a Firenze.

Se pensate di andare a fare acquisti per e con i vostri bimbi non potete non andare da Cup of Milk. A Firenze è il negozio più colorato per abbigliamento e accessori, con qualcosa per decorare la cameretta come stampe e nuvolette, con marchi nordici e sicuramente meno classici.
Il colpo d’occhio di colore della vetrina ci conquista subito.

image

image

Laura e Carlo, ideatori di questo shop all’avanguardia, dopo anni nel settore moda hanno deciso di provare con il bambino e ci sono riusciti. Si entra in un luogo dallo stile internazionale, dove si respira subito aria di divertimento. Marchi selezionati con cura che hanno le caratteristiche di qualità e confort, tessuti organici per alcuni brand e tutti sicuramente comodi da indossare, senza tralasciare lo stile unico, a volte eccentrico, colorato e giocoso.

Cup of Milk ha centrato un obiettivo: offrire a noi mamme e ai nostri bambini qualcosa di divertente, di diverso e di nuovo che mancava alla città.
Marchi spagnoli, olandesi, inglesi e francesi che mischiati insieme diventano un quadro colorato dipinto da un bambino.

Così, mentre Gregorio era carichissimo per la partita di calcio di due sabati fa, ho voluto portare con me le femminucce di casa e ho chiesto alla mia amica fotografa Silvia di immortalarle in uno dei negozi a me più cari.
Nato oramai da due anni, e diventato shop online da quest’anno Cup of Milk ha rapito anche le mie twins.

image

image

Entrate intimidite nel negozio, come sempre al primo approccio, dopo due minuti di sguardi ammiccanti l’una con l’altra si sono buttate sulla cesta di calzini coloratissimi Collegen, individuando e pescando i calzini viola e rosa. Uno sguardo al luogo, subito familiare e colorato, e l’inizio del “gioco dello shopping” mai fatto prima.
La scelta di capi da parte loro e la voglia di provarli, lo sbirciare tra gli smalti coloratissimi di Nailmatic Kids e vedere che anche loro possono giocare a fare le grandi, la scelta di un paio di occhiali da sole e far finta di essere al mare e mangiare pesci colorati e sagomati con le bustine di Don Fisher.

image

image

Ginevra preferisce la femminilità scegliendo l’abito di PopUpShop a righe bianche e rosa, mentre Nina si lascia conquistare dalla stampa azzurra nei delfini di Minirodini, adesso che il blu rientra tra i colori preferiti.
Altra scelta i capi di Bangg Bang Copenhagen, Ginevra opta per l’abito nuvoletta con fiocco mentre Nina sceglie i pantaloni rigati con top. Ginevra continua con il rosa nella scelta del vestito in stile vintage di Bobo Choses.

image

image

image

image

image

image

Imbarazzo della scelta? Direi di si tra marchi come Bobo Choses, Minirodini, Bang Bang Copenhagen, Indikidual, PopUpShop, Tiny Cottons dove tutto è primavera, estate, voglia di caldo e di giochi all’aperto.
Sempre presente l’angolo on sale con ottimi prezzi, dove acquistare capi delle passate collezioni.

Quest’anno la scelta è andata sulle stampe cocomero di Bobo Choses, le righe bianche e lilla di Beng Beng Cophenagen nel vestito e nei pantaloni, la felpa con i coccodrilli per Gregorio e gli occhiali da sole di Minirodini, t-shirt e bluse sempre Bobo Choses, fasce per capelli Indikidual, ma averi fatto razzia di tutto se avessi avuto un figlio solo!

Non amo portare con me i Three Litte Pigs a fare shopping, scelgo io per loro, online sopratutto, ma da Cup of Milk è diverso.
L’ ambiente familiare e intimo ha incuriosito Nina e Ginevra che hanno fatto quasi uno show dei loro giochi complici, tra sguardi e sorrisi, salti atletici e giravolte da ballerine, scelta di capi e accessori che qualsiasi cosa avessere scelto sarebbe andata bene.
Cup of Milk è un buon compromesso per andare a fare shopping insieme ai bambini, lasciarli liberi di scegliere qualsiasi cosa quando sai che non possono sbagliare.

image

image

image

Un caro saluto a Laura e Carlo per questa mattinata divertente, una foto con loro, e un saluto affettuoso dalla porta del negozio più cool della città per scappare poi tra giravolte e mosse di danza a vedere la fine della partita di calcio di Greg.

image

image

image

image

Seguite la pagina facebook Cup Of Milk, per le novità.
La pagina Instagram per conoscere Laura e Carlo e la loro passione per il mondo bimbo. Il negozio online per sbizzarrirvi in uno shopping colorato e di gusto.

All pictures are reserved @silviabianchini Photographer and @threelittlepigs