Silvia’s home. Marlene Mangold.

Chi non la conosce ancora la deve conoscere, deve conoscere le sue opere.
Marlene Mangold ancora non l’ ho incontrata personalmente, ma conosco cosa fa, cosa produce con la sua creativita’ e manualita’. Ne sento parlare spesso dalla zia di mio marito, Silvia, che, oltre alla simpatia e alla forte personalia’ e carisma, possiede una casa magica e incantata dove tutto riflette la sua personalita’. Quando entri a casa sua tutto attrae l’ attenzione, gli oggetti, i mobili, gli accessori che fanno del luogo una scoperta continua e una esclamazione di stupore incessante. Non vorresti mai andare via da casa sua, un luogo che parla di fantasia, dove puoi immaginare storie tra coccodrilli, scimmie, leoni, babbi natali danzanti, pipistrelli volanti. Dove esiste la fattoria con i mialini e le papere, dove in giardino ci sono mucche cavalcabili, pesci e trofei di rinoceronti. Dove Gregorio, appena entra, chiede di vedere la scimmia pazzerella che fa la spaccata, e poi di vedere l’ altra scimmia che balla e cosi’ via intrattenendosi per un bel po’ in risate continue e “vedi buffo mamma questo?”. Credo per i bambini sia piu’ divertente andare a casa della zia Silvia che in un parco a giocare… La mia stanza preferita il bagno dove sul palo della tenda sono appese scimmie che sembrano calarsi da un albero in una giungla.
Ecco qui, a casa della zia Silvia, un bambino puo’ perdersi giocando e un grande può tornare bambino stupendosi.

image
image
image

In questo luogo ho potuto ammirare le creazioni di Marlene di cui Silvia è un’ ammiratrice.
Di seguito le immagini degli oggetti di Marlene presenti a casa di Silvia, una parte delle sculture…

image

Amo i trofei, adesso sembrano un must per la camera dei bambini, c’è ne sono tanti in giro, ma quelli di Marlene sono unici. Si trovano al negozio Fate più Balocchi di viale Petrarca, se è rimasto ancora qualcosa.

image

Marlene viene da Basilea e si è trasferita a Firenze negli anni sessanta. Ha fatto diverse mostre, l’ultima un’esposizione alla libreria Ibs di Firenze dove ha presentato i “Piccioni in libreria”, un gruppo di 25 volatili che appesi alla balconata circonda il salone centrale della libreia fiorentina guardano i visitatori e i lettori seduti.
image

Un regalino di natale?
image

I miei marron glacés con tanto di confenzione.
image