|Pitti Bimbo 84| Dance Off | Balla e ti dirò chi sei

Pronti a ballare? Magari ci scaldiamo un po’ con questo nevischio e gelo che sta cadendo sulla città di Firenze.
Dance Off è il tema di quest’anno, ballare ovunque, ballare sempre, ballare per emozionarsi, ballare per distrarsi, ballare in famiglia, da soli, in gruppo, ballare dentro o fuori, ballare e ballare per capire quale musica siamo e a quale stile apparteniamo.

Balliamo nella sezione kids, con passi di danza puntati su brand nuovi e stranieri, su progetti nati con il cuore che continuano a far parlare di sé edizione dopo edizione, su installazioni consolidate, visto il successo della scorsa edizione. Pitti Bimbo si allarga ancora e lo fa ballando!

Uno dei progetti presentati che oramai sono un must da vedere è senz’altro quello di Unduetrestella DESIGN WEEK, che ogni anno ci conquista con la sua passione per il design e le cose belle, per gli spazi che avvolgono il tanto amato mondo del design per bambini, con una preziosa anticipazione di quella che sarà la più ampia selezione presentata al Fuorisalone a Milano (4-9 aprile 2017). Arte, design e creatività si uniscono secondo il claim Don’t stop per sottolineare la forza dell’infanzia e quanto noi adulti siamo responsabili nella crescita dei più piccoli in questo mondo contemporaneo.

Schermata 2017-01-17 alle 13.49.50

Unduetrestella presenta in questa sede il progetto CUCULA Refugees Company for Craftsand Design da Berlino. “Cucula” è una parola del linguaggio dell’Africa Occidentale che riassume un concetto prezioso ovvero “fare qualcosa insieme” e contemporaneamente “prendersi cura l’uno dell’altro”. CUCULA è un progetto che aiuta i rifugiati a costruire il loro futuro professionale attraverso il design. I pezzi unici di design vengono realizzati nel laboratorio berlinese dai profughi che, grazie alla collaborazione di designer e pedagogisti, imparano un mestiere nuovo. Il punto di partenza è stato il progetto di Enzo Mari Autoprogettazione con i suoi elementi di design come la sedia “Bambino” esposta in questa edizione di Pitti Bimbo.

CUCULA_Sedia-Bambino

Altre novità di Unduetrestella: la versione “mini” del brand italiano Pijama che in questa occasione presenta la nuova linea di cartelle e zainetti per i più piccoli con i tessuti della collezione estiva 2017; dalla Polonia, Pani Pieska con la collezione animaletti tutti fatti a mano in un piccolo laboratorio sulle montagne di Bieszczady.
Continua inoltre la collaborazione con i bellissimi marchi: Alicucio, Nidi, Ocarina mp3, Puella Petite, Studio delle Alpi, MAsking Tape e Linea Mamma Baby. Quest’ultimo presenterà nuovi prodotti per tutta la famiglia come l’intimo baby, i solari SPF 30 e 50+ e il doposole.

Andiamo avanti, perché è sicuramente da vedere la parte dedicata agli Editorials, due grandi pareti al piano inferiore del Padiglione Centrale dove prodotti lifestyle internazionali e italiani vengono raggruppati insieme da uno stesso filo conduttore. Si parla di viaggio con Mini Traveller, il viaggio inteso come sogno e come percorso, dalla mascherina per far finta di dormire alle guide per scoprire il mondo attraverso gli occhi di un bambino, dalla valigia per i piccoli al passeggino all’avanguardia.

Schermata 2017-01-17 alle 15.32.49

Schermata 2017-01-17 alle 15.33.47

Schermata 2017-01-17 alle 15.36.41

Si parla anche di Pet Family perché gli animali oramai sono parte della famiglia, a loro vengono dedicati prodotti di design, a loro ci si ispira, loro sono parte integrante delle nostre vite.

Schermata 2017-01-17 alle 15.41.13

Schermata 2017-01-17 alle 15.42.31

Schermata 2017-01-17 alle 15.40.30

Inoltre, Kartell Kids torna a Pitti con la sua collezione dedicata al mondo del bambino presentando un’installazione speciale con la collaborazione della food blogger Chiara Maci. Sei ricette in esclusiva per il brand, ciascuna abbinata a un prodotto della linea kids. Storie gustose per curiose creazioni: è questo il cuore di #casamaciloveskartell.

Schermata 2017-01-17 alle 14.14.22

Schermata 2017-01-17 alle 14.17.01

Novità di questa edizione è FANCY ROOM lo spazio dedicato al lifestyle del bambino: design di piccoli accessori, gadget e tecnologia. Nel Padiglione Centrale, al piano inferiore, uno spazio-isola dove trovare una serie di oggetti speciali e divertenti dove il filo conduttore è la creatività. Mia preferenza personale: il brand Design letters con le sue cups e bicchieri “letterina” rigorosamente black and white già visti e selezionati a Maison et Objet; il brand Luckyboysunday per i suoi personaggi bizzarri raffigurati sugli accessori come i cuscini e coperte; Noe et Zoe per le sue stelle fluo e il cotone organico; Lullaby Road per glia accessori, cappelli e sciarpe in lana merino; Enfance Paris per la composizione naturale al 100% dei prodotti da bagno; Lapin and Me per le deliziose bamboline e lampade dal gusto vintage.

586d042e4b6a6

pillowlove

Lg--600x400

Altra novità la sezione THE NEST, in collaborazione con il concept lab berlinese Little Pop Up, dedicata a piccoli brand indipendenti, nati da poco o ancora poco conosciuti nel mercato italiano e che hanno le carte in regola per diventare grandi! Occhi puntati su: Garbo&Friends per accessori e tessile dal gusto decisamente raffinato; Grace baby and Child per l’abbigliamento e l’attenzione ai materiali e alla qualità senza dimenticare la classicità di un tempo; Lieblinge, scarpette nate secondo la filosofia che è bene camminare a piedi nudi, per il design accattivante e l’ottima qualità di materiali; Kalinka per la maglieria in lana merino prodotta a mano dal gusto retrò; Mara Mea per le borse dedicate al cambio dei neonati che diventano zaini e shopping bag, per i vestiti che durano anche dopo la gravidanza da indossare il giorno o la sera e dal gusto etnico.

24914572-origpic-db4dc0.jpg_0_0_100_100_635_423_100

46673459-origpic-3ea7b3.jpg_0_0_100_100_635_506_100

img-6157

Schermata 2017-01-17 alle 18.16.12

Continua anche quest’anno la collaborazione con BOLOGNA CHILDREN’S BOOK FAIR presentando il progetto “The Extraordinary Library”. L’universo della moda in 100 gioielli editoriali che Bologna Children’s Books Fair ha selezionato per Pitti Bimbo 84. “The Extraordinary Library”, una libreria particolare che raccoglie al Padiglione Centrale una selezione di volumi di case editrici d’eccellenza provenienti da tutto il mondo. 100 perle editoriali che Bologna Children’s Book Fair ha selezionato per i visitatori di Pitti Bimbo. Libri illustrati che sono incanto per gli occhi, pagine che suscitano stupore e meraviglia.

Little-People-Big-Dreams_Coco_INT_Page_13

Ah! E poi? Due marchi Gray Label e Tiny Cottons che a me stanno a cuore per il design e per la morbidezza dei tessuti, si affacciano per la prima volta a a Pitti! Io ballo, e voi? Seguitemi su Instagram questo giovedì se avete voglia di ballare con me…

Gray_Label_SS17_Pinafore_dres_summer_cardigan

Girovagando a Pitti bimbo 80. Una selezione by Threelittlepigs.

Finito Pitti Bimbo, finito il girovagare tra stands alla scoperta di marchi e novità, alla ricerca del bello.
Ancora una volta mi meraviglio di fronte ad alcuni marchi che conosco e mi piace sempre scoprire qualcosa di nuovo.

image

image

Prima tappa: Apartament. La mia sensazione è stata quella di ritrovarmi dentro ad una scena di un film, su un set fotografico tra carte geografiche, mappamondi, lampadari raffiguranti costellazioni, piante di palme accostate a poltrone e divaetti per rilassarsi tra i brand più chic e bon ton, francesi, spagnoli e all’avanguardia tra cui i miei preferiti Emile et Ida, CdeC, Pero, Moon et Miel con collezioni bellissime per il prossimo inverno.

image

image

image

Qui la mostra a cui avevo accennato nel post precedente, una bellissima carrellata di foto e di immagini per i vent’anni di kid’s wear magazine che rappresentano le migliori immagini dei quaranta numeri usciti del magazine.

image

Nella sezione New View.

Minina. I suoi capi eleganti e raffinati, comodi e dai colori soft che ben si equilibrano tra loro, uno stile francese unito al made in Italy milanese da rendere la collezione ancora una volta di alta qualità.

image

Ketiketa, marchio francese prodotto in Nepal che come sempre mi conquista per la sua manifattura e per il suo stile. La sua capsule black and white davvero eccezionale. I completini in cachemire per i bebè, classici e di stile. Veste bebè, bambino e bambina con gran gusto, semplice e bon ton.

image

image

image

Un salto da Adenandanais, mio brand preferito per la fascia di età 0-3 che mi ha spiazzato con delle coperte junior size e da letto singolo morbidissime e bellissime, sia in tinta unita che fantasia.
La linea bambù delle copertine multiuso ancora più morbida di quella che conoscevo io e a cui ero abituata. L’indecisione delle fantasie, tra stelle, animaletti, righe e tinta unita, mi ha fatto ricordare la mia vita in California nel l’imbarazzo della scelta di fronte a tanta offerta.
A giugno 2015 l’uscita di prodotti bagno Adain&Anais tra cui una crema utile per le neo mamme, profumata e vellutata.

image

Un passaggio obbligato da Louise Misha che per la prima volta si affaccia a Pitti Bimbo. Anche in questa collezione sono presenti i suoi colori distintivi come il rosa acceso e il giallo senape, li troviamo negli accessori, nei dettagli come le nappine applicate a borse e sciarpe, nei bijoux per mamme e piccole signorine. Felice di trovare questa collezione da Cupofmilk qui a Firenze per le mie bambine. Louise Misha ha pensato anche ad una collezione donna, finalmente.

image

image

E qui nella sezione delle ‘novità’ la parte che adoro di più quella dedicata al design e all’arte del mondo bimbo. Unduetrestella (prima chiamatosi kidsroomzoom), un progetto di Paola Noè di cui ho già parlato tante volte, è oramai una presenza rilevante al Pitti e a questa edizione ci ha stupito con colori accesi e ben bilanciati tra loro. Un’esplosione di colori dunque, dovuta a brand come Mv%ceramics Design, che ha esposto ceramiche di limoni, pomodori, fette di cocomero, banane, uva, verdura.
Accanto a loro ancora colore con le caramelle di Mera&Longhi disposte in pirottini e a sua volta appoggiati su preziosi centrini di carta dorati.

image

Un altro colpo d’occhio, come un arcobaleno insolito dai mille colori, quello delle calze collegienl alcune disposte in piccole coppe d’argento, come se fossero gelato alla frutta da gustare.

image

Tra le novità di Unduetrestella per quest’anno segnalo la tovaglietta all’americana di Valia Barriello dal nome Melina che si trasforma in una deliziosa bambolina.
La sedia in legno dalle ali d’angelo completamente fatta a mano di LOFT42 By Furf Design Studio.

image

image

Tanti i marchi presenti con prodotti particolari e belli tanto da voler tornare bambina.
Nidi con il tappeto Sunday e i pouf morbididi in tessuto; Alicucio con il suo camioncino in legno fatto a mano; studio delle Alpi con i suoi animali trainabili e un cubo grande porta giochi a sua volta provvisto di ruote; il gioco panino di Studio Fludd presentato come prototipo al Kidsroomzoom 2011 durante il salone del mobile a Milano; i bicchieri spessi e colorati insieme ai piatti di Clemt per giocare durante la pappa; le lampade applique di Georges, quelle con la ciliegia le mie preferite; sgabelli multiuso chiamati’zoo’ di Mayice; le porcellane di Martina delle Valle arricchite da lettere di pastina lasciate sul fondo, ricordo di minestrine d’infanzia.

image

image

Un’installazione di arte, cibo e design che mi ha fatto venire voglia di: calarmi in un’atmosfera tropicale insieme ai miei Three Litte Pigs, ‘giocare a prendere il the’ con le bustine progettate da Paola e realizzate da C&Cie etoilee, giocare al mercato e a mangiare la pasta sempre create da C&Cie etoilee.

image

image

Non posso tralasciare l’angolo di Linea Mamma Baby e le sue bottiglie di saponi profumati, olii, salviette, amido di riso per i più piccini. E chi mi segue sa che non posso più farne a meno, e così anche i miei bambini.

image

Un progetto, questo di Unduetrestella, che vedremo in grande al Superstudio più di Milano in occasione del Salone del Mobile.

Gli oggetti selezionati sono stati esposti con cura e affiancati da tazzine e scatoline vintage di prodotti alimentari scovate in mercatini o a casa della mamma.

image

Un girovagare e un curiosare che mi ha portato a conoscere il marchio tedesco Litolff. Sono rimasta colpita dai set per neonati, quelli che si regalano quando nasce un bambino, con spazzola di legno per capelli, ciuccio, scatolina in legno, giochino in legno naturale, copertina. Un set completo che conquisterà le mamme e i loro piccoli. In più le porcellane, davvero belle, che raccontano storie e imprigionano personaggi e animali. Eccetto la lepre, che sembra fuggire correndo da piatti, tazze, e portauovo.

image

image

image

Qui finisce il mio Pitti Bimbo80, tra sensazioni, facce nuove, stimoli e sorprese. Tra scarpette di lusso come quelle di Baby Walker, installazioni a tema come quelle del Gufo, colori forti per le giacche a vento di K-way.

image

image

image

image

Walkabout Pitti. Pitti 80.

E siamo giunti alla 80esima edizione di Pitti bimbo.
Firenze freme e come sempre invasa da eventi, sfilate, cocktail.

Il tema di questa edizione è ‘Walkabout Pitti’ che coinvolge sicuramente anche il mondo a misura di bimbo.

I bambini e la loro camminata. Ci avete mai pensato?
A me piace soffermarmi ad osservare la camminata dei Three little Pigs, a saltelli la mattina per andare a scuola, lenta qundo si cammina tornando da scuola, regolare nei sentieri di campagna. Una camminata arricchita da risate, chiacchierate a volte da lamenti di stanchezza.
Ogni bimbo ha una propria camminata e un modo di indossarla, di viverla di mostrarla.

Un life style che appartiene a tutti grandi e piccini.

image

Quale tema migliore può definire la fiera Pitti?
Si cammina piano per osservare e parlare, si cammina veloce per arrivare in tempo, si viaggia camminando, si cammina perché ci piace farlo.
Io, che amo camminare tra colli e boschi e sentieri, in città, lungo i fiumi, tra vicoli e paesini mi rivedo in questo tema e rivedo anche i miei Three Little pigs e le loro camminate in montagna, in viaggio alla volta dell’esplorazione.

Già, sembrerebbe che Pitti bimbo quest’anno sia un sentiero tra mappe geografiche, guide illustrate e Percorsi fantastici e sono molto curiosa di intraprendere questo ‘viaggio’.
Non nego che mi avrebbe fatto piacere partecipare con una installazione/progetto che avevo presentato insieme a due amiche di settore per questa edizione, ma ahimè la cosa non è andata… E ci sarebbe stato anche bene in questo contesto in quanto poteva essere una camminata surreale…tra cielo e nuvole.

Cosa vedrò a Pitti?

Sicuramente Apartment e il suo allestimento, curato da Ilaria Marelli, che come sempre ci lascia meravigliati. Apartment è il contenitore di brand di stile e di charme. I marchi che vedrò, Caramelbabyandchild, Emile et Ida, Grevi, Pe’pe’, CDEC by Cordelia de Castellane, Olive, Pero, Moon et Miel.
All’interno di Apartment la mostra fotografica “Poses” per festeggiare i primi 20 anni di attività di Kid’s Wear Magazine. Curata da Mike Meiré, art director di Kid’s Wear.

La sezione New View e il suo approccio a marchi innovativi, area di sperimentazione per la moda bimbo con un approccio al design.
Da non perdere qui infatti la parte dedicata al design del mondo bimbo curata da Unduetrestella di Paola Noè che sempre ci propone progetti nuovi. Quest’anno il progetto è: unduetrestella DESIGN WEEK.
Una preview del nuovo progetto di design che sarà presentato a Milano per il salone del mobile di aprile 2015 al Superstudio e dedicato al mondo del bambino con le novità e gli oggetti di giovani designer e artisti internazionali.

image

A Unduetrestella piace giocare con il cibo, e per chi segue il progetto di Paola questo lo sa bene. Anche quest’anno viene affrontata la tematica cibo con la collezione di Georges e le sue “Music Boxes” dedicati alle ciliegie e al gelato, e i nuovi sapori e bon-bon di Mera e Longhi, storica azienda di caramelle Varesina.
I marchi presenti: Alicucio, bumoon, C. & Cie étoilée, clemt, collégien, georges, Lapincitron, Linea MammaBaby, LOFT42 by Furf Design Studio, Martina Della Valle, Matite Colorate, Mayice, Mera & Longhi, MV% Ceramics Design, Nidi, Puella Petite, Smarin, Studio delle Alpi, Studio Fludd, Valia Barriello.

image

Infine un passaggio obbligato ai Popupstores per i suoi accessori di design del mondo bimbo e per la sezione Ecoethic dedicata al mondo green tra tessuti organici e aziende bio.

Una visita allo stand di Adain&Anais mio brand preferito per la sua mussola di cotone e per i suoi prodotti come gli swaddles e i bavagli grandi amici nei momenti del bisogno!

Un salto da Louise e Misha per vedere la sua collezione bambina che ogni hanno ci stupisce per la sua pallette di colori.

Inoltre Style Piccoli, la rivista dedicata al tempo libero, ai giochi e alle mode dei bambini, dedica quest’anno la sua mostra fotografica a Pitti Bimbo dal titolo “Prenditi cura di me, sboccerò in primavera…”, offrendo bellissime immagini e un fiore a scelta che sboccerà a primavera. Style Piccoli riceverà i propri invitati a uno speciale cocktail dalle ore 17 presso la Limonaia del Giardino di Villa Vittoria in un’incantevole ambientazione bucolica.

image

Ci sarà da camminare, da curiosare, da farsi sorprendere!

Vestiti divertenti e di qualità: indikidual

Ci sono marchi di abbigliamento che sono pensati proprio per i bambini. Con cui i bambini si divertono e con cui è possibile fantasticare.
Legato al tema del gioco per i bambini e alla qualità di tessuti il marchio Indikidual di cui ho già parlato qui e scoperto a Pitti due edizioni fa, ha fatto davvero innamorare i miei three little pigs, che da porcellini, per un giorno, si sono trasformati in mostri ‘buoni’.

Cotone bio, stampe divertenti, facce da mostrino, colori vivaci per questo brand che ha stuzzicato anche la mia di fantasia ricreando un set divertente per farli giocare.
E così abbiamo dato vita, a casa in giardino, al gioco de ‘l’ isola dei mostri’, ‘vestiti da mostriciattoli’, i mostri mangiano banane, i mostri hanno delle facce paurosissime, i mostri hanno il simbolo a zigzag, i mostri vivono in un’ isola…
Gregorio “mamma tu sei il bambino che dobbiamo spaventare…”
Nina “mamma tu sei il mostro cattivo e noi quelli buoni”
Ginevra piangendo “no mamma te mostro noooo!”

E così in giardino a giocare e a saltare, inventando giochi come saltare sui disegni raffiguranti facce da mostro, spaventare la mamma a più non posso, mangiare la caramella da mostro, disegnare dei mostrini, saltare in alto e strappare la faccia del mostro birbone….

image

image

image

image

image

image

image

image

image

image

image

image

image

Li potete acquistare sul sito di Family-Nation o direttamente su Indikidual dove è ben spiegato il mood della collezione.

Indikidual è unisex per tutti i bambini di età compresa tra 3 mesi a 7 anni e incoraggia alla spontaneità, all’ essere unico e individuale.
Tutti i capi sono realizzati con cotone biologico e sono progettati per essere pratici e comodi e con mille possibilità di abbinamento. Un prodotto davvero unico in termini di qualità e stampe.
Io, ho i miei pezzi preferiti, come la tuta di denim leggero che indossa Ginevra, la blusa sempre in denim leggero di Nina, la stampa a zigzag nei pantaloncini di Gregorio e nella camicia a mezza manica di Ginevra. Non parliamo poi delle banane! Se date uno sguardo alla collezione i pantaloni blu banana i miei favoriti!

E mentre io li intrattenevo, la mia amica Silvia scattava queste foto bellissime anche lei divertita da tanta giocosità. Grazie Silvia per queste foto e per chi volesse contattare Silvia per foto bambini non esiti a scrivermi.

All pictures are reserved and copywriter @threelittlepigs ph. Silvia Bianchini

My little Dress Up charming clothes

Comunioi in arrivo, aria di cerimonie e matrimoni, e i bimbi come li vestiamo?
Un marchio elegante conosciuto al Pitti di Gennaio scorso, in uno stand black And white come piace a me!
Stile anni 50 con un taglio moderno la collezione primavera estate 2014 di My Little DressUp dal nome Look of Love da indossare in certe occasioni, occasioni speciali, battesimi, feste, cerimonie, ma non solo una blusa elegante può essere sicuramente un buon capo da mischiare ad un paio shorts in denim.

La campagna poi davvero accattivante e le foto divertenti e piene di charme.

Per le bimbe camicette estive che richiamano l’ oro come baciate dal sole, oppure per un aspetto romantico bluse in pizzo color Chantilly abbinato a gonne di seta lucide. In piu’ abiti voluminosi sognanti e completi di giacca e shorts di lino color spistacchio e poi ancora tessuti in cotone a strisce colorati tagliati in vita.

Per i maschietti abiti color vaniglia con un po’ di Rock N Roll nei tessuti del lino.

How you can read on the website:
Sarah and Laura wanted to pass on the magic of these wonderful childhood memories and so, decided to surprise their young friend Lola with her own custom-made dress. The beautiful, powdery pink dress made Lola’s 4th birthday unforgettable.

Do you remember the magical and innocent days of your childhood playing \”Dress Up\” in your mother’s closet, wishing and waiting for the day you could finally wear all those beautiful pieces?

‘My Little Dress Up’ is all about your dearest childhood memories.

Sarah van Maare still remembers the excitement before her birthday, marking off the days on her calendar, awaiting that special day when she could finally wear her lovely birthday dress.

Laura Canté remembers fondly that Christmas morning when, just a four year old, she sauntered proudly down the stairs in her velvet red dress.

Sarah and Laura wanted to pass on the magic of these wonderful childhood from that day on, ‘My Little Dress Up’ continued to design fancy clothing for special occasions of two to ten year olds. Whether it’s for an exciting wedding, a communion celebration or just an unique garden party, ‘My Little Dress Up’ will add a lovely touch to the unforgettable day.

The collections retain a distinctly modern style, which is inspired by the inheritance of the late 50ties avant-garde and embodies the playful spirit of “dressing up”. For a perfect fit, ‘My Little Dress Up’ works closely with professional pattern makers and a high-end atelier to ensure the highest quality garments.

image

image

image

image

image

image

image

image

image