Anteprima fuori salone | 12-17 Aprile | Milano – KIDS Design Week | #KDSGN We were kids

Ci avviciniamo alla design week milanese che si terrà dal 12 al 17 Aprile .
Questa edizione prevede un programma ricchissimo di eventi e sezioni dedicate al kids.
Ma cominciamo per gradi!

38b10a_86bea55105cc449a8208b477d822125a

Chi ama il mondo dei laboratori come me e del design per bambini in termini di creatività e progettazione non può certo farsi sfuggire l’ iniziativa KDSGN_ we were kids dedicata proprio all’ approccio creativo dei più piccoli e ai loro desideri.
“Giocare con il Progetto” valorizzando i desideri dei bambini si scoprono spunti inaspettati per studiare nuovi metodi di progettazione.

#KDSGN si legge Kid Sign e intende sottolineare che solo superando le certezze tipiche dell’età adulta, è possibile creare “il nuovo” attraverso l’alimentazione del desiderio.

Un progetto creato in collaborazione con Ludum Design School e il supporto scientifico di Francesco Schianchi e Carmelo Di Bartolo per mettere in relazione la progettazione (tema cardine della Design Week) e la polisensorialità (approccio pedagogico di Ludum Design School), così da creare un’opportunità di crescita e sviluppo per i bambini e per i grandi.

design_week_dei_bambini_01-702x336

Ogni giorno presso la Ludum Enjoy di Via Pietrasanta 14 dal 12 al 17 Aprile i bambini potranno affrontare temi diversi spinti dalla loro curiosità e fantasia:

La cameretta che vorrei con l’interior designer Simona Marzoli;
il giocattolo che vorrei guidato da Carmelo Di Bartolo, industrial designer, presidente di Design Innovation, direttore scientifico di Ludum Design School, e Federico Ramponi, creative e strategy designer, docente di Creatività e Progettazione allo IULM e responsabile area design di Ludum Design School;
il regalo che vorrei regalare condotto da Luca Fois e Federico Cauro, rispettivamente Direttore e Professore del Corso in Design del Giocattolo del Politecnico di Milano;
l’abito che vorrei con Irene Pollini Giolai, Docente di Metodologia progettuale della comunicazione visiva allo IED di Roma.

Suddivisi in gruppi di lavoro i piccoli progettisti saranno guidati da tutor e professionisti di settore, creeranno dal niente un oggetto o si dedidecarro ad un progetto che poi verrà presentato ai genitori.

Durante il week end invece, 16 e 17 Aprile, i laboratori creativi saranno gratuiti:

lab Palloncini sonorialla base della baloon art di Jour De Fete, – Che rumore fa un palloncino in tempesta?
Kaori Origami – Che profumo ha un origami? L’architetto Silvana Fusari coinvolgerà i bambini in un origami gigante, modulare e profumato…
Lola Slug: disegna il tuo font a cura di Giulia Olivares per trasformare un alfabeto “fatto a mano” in un vero e proprio font funzionante ovunque… Anche sul tuo computer!
Costruiamo insieme i nostri toys – Satelliti galleggianti – dal mare allo spazio a cura di Alessandra Botto per provare a immaginare nuove forme, nuovi giochi, utilizzando materiali recuperati su una spiaggia segreta della Liguria.
Pattern-à-Manger – Fantasia golosa e i ‘dolcipastricci’ a cura di Pastry&Kids,
Radio Ocarina, fiaba di famiglia – Incidiamo la vostra storia sonora, laboratori e attività musicali,
Truccabimbi DIY e sculture di palloncini proposto da il Mondo di Meg – Impariamo come fare il truccabimbi,
XXSmall organizzato da arKIDStecture – Una casa da indossare. Un abito per abitare. Esplorando l’architettura come rifugio di un abitante, oppure come occasione per comporre il paesaggio. Uno strumento per percepire il mondo attorno a noi: la luce, i profumi, le brezze e i suoni…
Cammina, cammina… – Un ponte ci avvicina!Com’è fatta la città dei bambini? Saranno loro a deciderlo. Ponti, strade e case fantastiche realizzate con costruzioni di legno progettate dagli architetti di “arKIDStecture”.

A fare da cornice al tema del ‘progetto’ Giorgia e Alberta di Le civette sul Comò, e-shop per i più piccoli con un occhio attendo al design per bambini, ci porteranno a toccare con mano il vero design per bambini, quello che lascia a bocca aperta grandi e piccini, con un insieme di prodotti provenienti da diversi Paesi. Per tutta la durata dell’ evento #KDSGN all’interno di Ludum Enjoy, saranno esposti alcuni pezzi dal carattere decorativo e ludico, finalizzati a decorare l’ambiente, ma anche a renderlo funzionale e divertente, all’insegna della polisensorialità. Una novità da vedere in questo ambito è il il marchio Kutikai. Forme semplici, pescate dall’architettura e applicate al design, con legno di qualità ecologico e lavorato in una falegnameria di famiglia, in Polonia.

1_04_kutikai_roof collection _light

90bc1571cda7cbd122d898fc44d7a7d3

Tutte le info le trovate qui.
Indirizzo: Ludum Enjoy, via Pietrasanta n.14, 20141 Milano
Telefono: +39 3477129 086
Email: info@kidsignmilano.com
Web: www.kidsignmilano.com

ART STORIES: App culturale ed educativa per viaggiare e per conoscere il mondo

Schermata 2016-03-08 alle 12.12.43

Si parla di Art stories quando ci si vuole affacciare al mondo delle App per bambini in modo educativo e far scoprire loro attraverso il gioco digitale l’arte, l’architettura, i musei e le città che li circondano.

L’ultima app nata da Art stories è ARTSTORIES CITTA’ della nuova serie Art Stories 4FUN. Questa bellissima App riguarda la scoperta di cinque bellissime città dove i bambini si cimenteranno a ricostruirne correttamente lo skyline. Si scoprono le città di Venezia, Londra, Shangai, Rio de Janeiro e San Francisco.
I bambini imparano molte curiosità sugli edifici, e possono ascoltare i suoni reali delle città, come il Big Ben a Londra o il cable car di San Francisco.

Attraverso l’App Art Stories CITTÀ i bambini riconoscono e posizionano gli edifici al posto giusto, si ritrovano immersi negli eventi più tipici di ciascun luogo: sono a Rio con il coloratissimo carnevale, sono a Venezia con l’acqua alta e a remare una gondola, saltano su un tram in corsa a San Francisco, sono sotto la pioggia di Londra e fanno tai-chi sulle rive del fiume a Shanghai!
Per il piccolo viaggiatore che avrà esplorato tutte le città, c’è la possibilità di inventare e costruire dal niente uno skyline pieno di elementi scoperti durante il suo viaggio di esplorazione in Italia, Inghilterra, Cina, Brasile e Stati Uniti e creare il proprio passaporto di viaggiatore del mondo! Scarica qui l’ultima App dedicata alle città.

art-stories-cities-venice-72dpi

art-stories-cities-sanfrancisco-1-72dpi

Con le App di Art stories i bambini scoprono la bellezza culturale che li circonda.

“Crediamo che le città e i loro beni culturali siano sì da tutelare, ma anche da vivere, rendere vivi, capire e godere. Abbiamo una lunga esperienza nell’educazione museale e siamo entusiasti di portare l’arte nel digitale! Siamo convinti che i giochi digitali stimolino la curiosità e consolidino le competenze di chi li utilizza. Ecco perché sviluppiamo app che incoraggiano i bambini a uscire dal tablet, per scoprire il mondo! Giocare con le città, la storia e l’arte è una splendida avventura per tutti i bambini creativi del pianeta.”

Art stories pubblica app per i bambini dai 5 ai 10 anni, per gli adulti che li accompagnano, per le scuole e per tutti coloro che vogliono vedere le città con occhi nuovi.

art-stories-cities-sanfrancisco-tram-72dpi

CITIES-1024x1024

Art Stories sviluppa digital games e progetti digitali di educazione al patrimonio artistico e culturale, sviluppa App dal 2015 con grande successo!
Scoprite qui le bellissime App di Artstories: Il Castello sforzesco di Milano, il Duomo di Milano, il museo dei bambini MUBA, le città del mondo.
Con Art stories si parla di divertimento, cultura, conoscenza, scoperta, curiosità e apprendimento. Date un’occhiata al video sull’ultima App!

TOC TOC box for kids: un contenitore di idee, da leggere, costruire e giocare che arriva alla porta di casa tua.

863305e5-95bf-4725-99ca-208e11153a91

‘TOC TOC!’
‘Chi é?’
‘Sono la tua scatola di cartone’.

C’è questo bellissimo progetto che arriva alla porta di casa nostra, che propone scatole di cartone con tante sorprese per i nostri bambini. Sto parlando della scatola Toc Toc!
Un contenitore di idee, da leggere, costruire, e con cui giocare, una scatola di cartone in uscita ogni tre mesi, una scatola animata pronta a far divertire i bambini con la natura, con i viaggi, con un libro, con il creare degli oggetti.

Chi lo ha ideato e messo in pratica sono due studi di progettazione di architettura, design e grafica: Kid’s Modulor e Progettincorso.
La passione e l’amore per il mondo dell’infanzia li ha fatti incontrare e conoscere sul web. Dal 2014 lavorano a questo nuovo progetto per bambini che si chiama TOC TOC box for kids.

L’idea che sta alla base del progetto è quella di offrire al bambino delle suggestioni, degli spunti di riflessione, che siano un invito, nel suo processo di conoscenza e di scoperta, suscitando quella curiosità che gli serve per porsi delle domande più che delle risposte.

Schermata 2016-02-09 alle 11.49.26

Toc Toc è per tutti i bambini, piccoli artigiani, esploratori e creativi.
E’ possibile scegliere la box in base alle fasce di età: 0-3 / 3-6 / 6-9.

E cosa contiene esattamente Toc Toc?
Un tema a sorpresa che viene trattato attraverso un libro. Grazie alla collaborazione con la libreria “Il Giardino Incartato” di Roma, nelle scatole è sempre presente un libro capace di raccontare il tema scelto, arricchendo il contenuto delle scatole con letteratura di qualità per bambini. Ad affiancare il libro un oggetto, diverso ogni volta, per comprendere meglio il tema affrontato ma anche per porsi delle domande. Oppure attività manuali, oggetti da costruire, di arredo, kit per esploratori, materiali e attivita’ che motivino l’osservazione e l’ apprendimento attraverso l’ esperienza.

L’edizione invernale (Dic 2015 / Gen-Feb 2016), affronta il tema del tempo, ecco qui le immagini della scatola divise per fascia di età.

349737-6fafad6431834662adce80e876c19951

349737-785ee11c98e742ecb915dad2eea54483

349737-9d095984b47043778a67b210a20d58d0

Per la scatola di febbraio siamo ancora in tempo!
Non rapisce anche voi questo progetto? A me ha conquistato subito! I bambini non ricevono mai posta… Come sarebbe bello ricevere un pacco speciale da parte dei nostri figli? TOC TOC chi è?
Le scatole sono acquistabili sul sito TOC TOC a questo link.

Calendario dell’ avvento 2015, quale scegliere?

Manca poco a Dicembre, inizia il countdown al Natale e la voglia di condividere un momento magico in famiglia si fa sempre più sentire.
Ma cominciamo per gradi… Ci ritroveremo catapultati in un batter d’occhio nel mese di dicembre!
Avete già pensato al calendario dell’ avvento? Io sinceramente no, solo qualche idea sporadica che gira nella mia testolina, ma niente di certo, di fatto e costruito.
L’anno scorso lo avevamo pensato così, con tanti simboli appesi e attività e giornate scandite dai simboli.
Quest’ anno niente simboli, ma numeri, numeri e disegni da colorare, numeri d’ orati, numeri e stelle da aprire e da scoprire. Scatole o scatoline con dentro aspettative, bigliettini, e forse sorpresine?

Ecco qui la selezione Three Little Pigs per i calendari dell’ avvento Dicembre 2015, mi aiutate a scegliere?

Cominciamo con quello di Unduetrestella dal titolo My Angel…composto da 24 angioletti da colorare. Gli angeli ci proteggono, gli angeli aprono le loro grandi ali per volare accanto a noi nei momenti del bisogno e per vegliare costantemente sul nostro cammino. Tutti abbiamo bisogno di un angelo e io ho il mio che mi osserva da lassù, lo so che c’è, lo sento è il mio papà. Per questo amo questo calendario, per gli angeli e il messaggio che posso dare ai miei bambini. Grazie Unduetrestella per il messaggio poetico e spirituale.

image

Il disegno realizzato da Samuele Manin si ispira ad un pensiero lasciato da una mamma speciale sul cuscino di una bambina per augurarle la buona notte.

image

image

In edizione limitata lo trovate da UnduetrestellaSTORE, lo store di tendenza per i più piccoli in via Gaiambattista Vico,1 a Milano.

Passiamo poi a quello ‘stellare’ composto da 24 stelle bianche di carta riutilizzabili. L’ apertura sul retro delle stelle consente di inserire e togliere il regalino con facilità.
Quindi pronti a riempire le 24 stelle con le super sorprese di Numero 74?
Dalla benda da pirata alla mollettina con fiocco, dalla bacchetta magica al porta monete, dall’ orologio di stoffa al piccolo dinosauro, dalla bacchetta magica al mini blocchetto per piccoli disegni. Insomma 24 sorpresine firmate Numero 74, come non impazzire? In più è disponibile la versione per lei o per lui. Lo trovate sul negozio online Family Nation.

numero-74-advent-calendar-star-with-24-surprises-for-boy-room-decorations_11495_zoom

numero-74-advent-calendar-star-with-24-surprises-for-girl-room-decorations_11493_zoom

Poi esistono i calendari fai da te… dove ci dobbiamo mettere impegno, costanza, idee, manualità, e predisposizione.
Chi avesse voglia di cimentarsi in un progetto natalizio, tra tante idee che girano su Pinterest, ho selezionato questo, forse già visto e rivisto, ma a me è sempre piaciuta l’idea della piccola città! Qui più che parlare di città si può parlare di bosco ma prendo ispirazione forse per il nostro prossimo calendario dell’ avvento…
Una renna, o una macchina, un angioletto o un pulcino si mette in cammino alla ricerca del ‘numero giusto’. Tra stradine da percorrere e indovinelli da risolvere, preghiere da recitare e buoni propositi da condividere, riusciranno i Three Little Pigs a scoprire tutte le scatoline del bosco?

christmas-tree-advent2

E adesso cosa scegliere? Spero di esservi stata di aiuto e di ispirazione per il vostro calendario dell’ avvento, si accettano idee e suggerimenti!

Le costruzioni in versione ‘Mini World’ firmato Mitoi.

Blocchi e costruzioni per dar vita ai simboli architettonici di città famose. Dalla Tour Effeil di Parigi all’ Empire State Building di New York, dal Big Ben di Londra fino alla costruzione tipica asiata, la Pagoda.

Viaggiare per il mondo attraverso il gioco delle costruzioni e creare attraverso le icone architettoniche le città più conosciute. Un gioco per conoscere, attraverso il bello del design le città e far si che i bambini usino la loro immaginazione creando un contesto culturale attorno ad esso.

Ispirato alle sagome degli edifici più significativi del mondo ‘Mini world’ stimola le capacità motorie, la vista, la coordinazione dei movimenti delle mani, la relazione spaziale, la creatività , il pensiero di associazione, l’ introduzione alla logica.

Un gioco in legno, dipinto con colori vivaci tutto spagnolo.
Da Barcellona il marchio Mitoi propone un design pulito, in legno e colorato.

image

image

image