Design per bambini e materiali naturali nei prodotti &ME.

Chi può accostare al meglio il bello del design per bambini alla scelta di materiali naturali se non il marchio &ME?

Sorprendete, bello, divertente a volte colorato e a volte neutro, accontenta i gusti dei genitori più esigenti, lascia spazio alla creatività dei bambini e in più utilizza materiali naturali come il legno. Minimale con qualche tocco di colore è amore a prima vista da quando Unduetrestella lo ha presentato alla Milano design week anni fa e lo ripropone a Pitti 86 dal 18 al 20 Gennaio 2018.

Si tratta di &ME (brand olandese) e cosa c’è di nuovo in casa &Me e cosa attira la mia attenzione?
Il mio occhio si sofferma su:

Il puzzle composto da numeri giganti e geometrici

IMG_1916

La “montagna russa” in versione minimal rispetto ai labirinti di palline che si trovano in giro. Rimane un oggetto bello da vedere anche quando i bambini non lo utilizzeranno più. E per che no, potrebbe essere un anti stress per adulti?

IMG_1873

Sui blocchi di legno con dettagli di cotone e piccoli oggetti da tirare mordere che stimolano i sensi dei più piccoli.

IMG_1812

Sull’ orologio da appendere al muro della cameretta dei bambini per apprendere il senso del tempo e imparare a leggere l’ora

IMG_1791

E più di tutti anche se non fa parte delle novità è la palestrina per creare un nido stimolante per il bebè.
Non è facile trovare palestrine così accattivanti e di design sul mercato in più ad un prezzo accessibile!

off-white-babygym

Le stelle speciali di Unduetrestella: Collezione di Stelle (di Natale).

COLLEZIONE+DI+STELLE+11low

Le stelle quelle di Unduetrestella sono sempre state un po’ speciali, da quando Paola le ha iniziate a collezionare e a condividere su instagram sotto l’hashtag collezionedistelle. Se andate a curiosare troverete tante forme, oggetti, brillantini, pezzetti di carta, un coriandolo trovato per terra, un fiore o un’arancia tagliata, forme che ricordano stelle, perchè le stelle fanno sognare, le possiamo vedere ovunque, camminando per strada, sugli alberi come foglie appese ad un ramo, in una scritta di un pacchetto di biscotti. Cosa c’è di più bello di vedere oltre le cose reali e di usare l’immaginazione per sognare? La fantasia aiuta a rimanere bambini e i grandi dovrebbero insegnare questo ai bambini, a non perdere la fantasia e a guardare oltre, a guardare il bello delle cose che ci circondano.

Le stelle ci fanno esprimere desideri e tenere il naso all’insu e fantasticare su sogni che un giorno magari si avvereranno. Un cielo stellato è ciò che c’è di più emozionante basta immergersi dentro con la fantasia e volare tra abbracci di stelle e voli vertiginosi.
Le stelle sono speciali e Paola ha ragione. Lo sono anche per me!

Ai miei figli, quando erano più piccolini, ho raccontato la storia che prima di nascere erano stelle e anche quella sul nonno che ci guarda da lassù e la notte la stella di mio papà brilla tantissimo perché vuole darci la buonanotte…
Le stelle sono magiche, sono amiche, dolci compagne di viaggio e di bellissimi libri illustrati.

Paola fa di più oltre a collezionare stelle e a ricordarci che anche noi siamo stati bambini, trasmette con il suo lavoro ciò che di bello c’è sul mercato in termini di arte e design, e con tutto il suo amore per le stelle e conoscenza nel mondo dell’arte crea una collezione di stelle speciale che diventano un calendario dell’avvento: Collezione di stelle (di Natale).

Designer e illustratori partecipano con entusiasmo a questo progetto e creano così 24 stelle, l’una diversa dall’altra, alcune sono in gruppo, altre hanno occhi e bocca, una scia luminosa, alcune sembrano parlare, altre sembrano cadenti e tutte insieme sono meravigliose!

Tante stelle da colorare e da personalizzare dunque, in un’edizione limitata (1/100) in vendita online da UnduetrestellaSTORE e presso il negozio di Milano in via G.B. Vico, 1.

C’è di più però, Unduetrestella ha voluto condividere la sua bellissima Collezione di stelle (di Natale) con i piccoli pazienti che capiteranno, purtroppo, al Pronto Soccorso Pediatrico della Clinica De Marchi di Milano. Un gesto dolcissimo per sognare sempre anche nei momenti più difficili!

Dall’1 dicembre c’è una una stella, sempre diversa, disegnata da artisti, illustratori, e designer, per tutti i bambini ma anche per gli adulti che hanno voglia di sognare e di trasformarsi in piccoli creativi.

Collezione di stelle (di Natale) sono di:✨
Alicucio, ⭐Bumoon, ⭐Pierluigi Calignano, ⭐Martine Camillieri, ⭐Martina Della Valle,
Fam Fara, ⭐Dossofiorito, ⭐Fabulous Goose, ⭐Furf Design studio, ⭐Io kids design,
Melina for kids, ⭐Nobody&co., ⭐Luca Paulli, ⭐Paola Pezza, ⭐Puella, ⭐Alex Raso,
Studio delle Alpi, ⭐Toctoc Lab, ⭐Flaminia Veronesi

Tappeti per tutte le età: la nuova collezione di Lorena Canals.

wool-rug-chubby-the-bunny
Si rinnova sempre con gusto il marchio Lorena Canals e lo fa con grande impatto. Le tinte si rafforzano di colori brillanti come il blu acceso e la collezione aumenta presentando nuovi soggetti come: i tappeti sagomati a forma di animali, il tema spazio tanto amato dai bambini, la linea pop caratterizzata da due sfere collegate tra loro, o quella d’ispirazione nordica dalle linee pulite dove i tappeti sono attraversati e disegnati da strisce nere.
washable-rug-universe
tapis-bella-the-deer-120x180-marron-lorena-canals_4-z-e1509800139715
In casa Canals aumentano anche le tipologie di tessuto utilizzato. Alla gamma lavabile in lavatrice si affiancano i tappeti in lana naturale e cotone rigorosamente fatti a mano e accuratamente progettati. Ogni pezzo è dunque unico, per questo ci possono essere piccole variazioni di colore e forma.
wool-rug-nordic-lines-vintage-nude
Bellissima anche la gamma degli accessori. Ceste, decorazioni murali per la cameretta, e mobile renderanno l’ambiente dei bambini vivace, colorato e funzionale.
basket-tassels-fuchsia

Schermata 2017-11-08 alle 09.28.56
wall-decor-garland-pom-pom-tie-dye-soft-bluewall-decor-wall-hanging-galaxy

Educare alla bellezza si può. Baby caring e innovazione a Milano.

baby caring (6)

baby caring (1)

Siamo arrivati quasi alla fine della scuola, e chi sogna le vacanze deve anche pensare e fare programmi per il prossimo anno scolastico… Qualcuno magari comincerà il nido e la scelta non è mai semplice…
Intraprendere una strada, quella che si pensa sia la più giusta per i nostri figli non è mai facile, ci troviamo sempre a dover fare delle scelte per loro e ci chiediamo se stiamo prendendo la decisione giusta.

Di fronte c’è adesso una strada piena di creatività che porta ad avvicinare i bambini al mondo dell’arte attraverso un percorso educativo unico incentrato sull’educazione alla bellezza in tutte le sue sfumature artistiche e concettuali che coinvolge il pensiero, l’osservazione e la riflessione, un’idea di insegnamento e apprendimento nella quale il bambino è protagonista entusiasta e attivo. Questa strada che ogni bimbo dovrebbe intraprendere si chiama Baby Caring a Milano in via San Calocero,16.

Si apre il portone di uno spazio che aspira ad insegnare l’arte ai bambini attraverso un percorso di crescita incentrato sulla bellezza e sull’educazione all’arte. Si apre il portone del primo Children Innovation Lab a sostegno del work-life balance della famiglia. Aperto tutto l’anno, 7 giorni su 7. Non è meraviglioso?

BABY CARING: CHI SEMINA IDEE, RACCOGLIE CERTEZZE E’ questa la filosofia alla base di Baby Caring, asilo nido bilingue e insieme centro di esperienza ludica che accoglie i bambini dagli 1 ai 12 anni oltre che con la tradizionale formula di frequenza annuale, anche con una formula personalizzata e flessibile “a tempo” per una perfetta conciliazione dei tempi/lavoro delle famiglie.

dsc_1994

18341828_1616387568403481_4888251857322822942_n

L’ educazione avviene attraverso la partecipazione quotidiana alle opere d’arte esposte in forma di galleria all’interno della struttura, ma anche attraverso laboratori ideati e curati da artisti di fama internazionale con l’obiettivo di educare all’arte per creare arte. Tra le opere esposte c’è ad esempio “Beautiful mind” di Paolo De Cuarto, un’opera che ricorda una vecchia pubblicità dell’Olivetti che aiuta i bambini a scoprire la fisicità e la bellezza dei numeri.
E sempre Paolo de Cuarto propone il laboratorio in cui i bambini seguono gli insegnamenti dell’artista sporcandosi le mani su una tela ricoperta di intonaco, per dar vita ad un’opera d’arte libera da vincoli accademici, dove il sole può essere di tutti i colori e la matita si impugna come si vuole. O il laboratorio Micro-Memory curato dall’artista armena Liana Ghukasyan dove i bambini sono stimolati a creare immagini a tema su una carta creata in laboratorio per dar vita a piccoli libri d’artista.
I piccoli del Baby Caring possono non solo osservare l’arte ogni giorno attraverso opere d’arte e design messe in mostra ma anche produrre arte grazie ai laboratori tenuti da artisti internazionali.

18342475_1616395378402700_7941944630783880169_n

Ma ce di più! Baby Caring, propone una metodologia pedagogica innovativa ispirata alle Intelligenze multiple di Gardner, calibrata su un tempo minimo di permanenza (due ore), dove i piccoli ospiti potranno sperimentare i diversi linguaggi dell’arte, della musica e del teatro attraverso atelier dedicati e coltivare i valori della bellezza, della cultura eco-sostenibile e della progettualità. Una didattica innovativa dove nuove tecnologie e apprendimento si fondono e favoriscono, attraverso i multimedia e la robotica, esperienze ludiche per disegnare, comporre musica, progettare immagini e creare storie. Caratterizzano l’offerta alle famiglie, un’attenzione all’attività di orto didattico, una superficie di circa 400 mq dotata di un sistema di videosorveglianza interno ed esterno dove anche gli arredi sono parte integrante dell’esperienza ludica e formativa, caratterizzati dall’identità dei materiali e dalla simbologia delle strutture, studiati in esclusiva da Atelier Forte.

vrsvs in fabula -baby caring mantegazza

Baby Caring nasce all’interno della Fondazione Mantegazza in Via Calocero 16 a Milano, dove Laura Solera Mantegazza aprì, prima in Italia, il suo asilo nido nel 1850 con la finalità di aiutare le donne lavoratrici a non abbandonare i propri figli.

Lo spazio del Baby Caring aveva già aperto le sue porte durante l’edizione passata della Milano design Week, promuovendo laboratori per bambini con artisti internazionali, per far conoscere gli spazi, la metodologia dell’insegnamento, le opere che ne fanno da cornice e da arredo.
Spero che sia l’inizio questo di un progetto moltiplicativo, che possa coinvolgere altre città, con asili che insegnino la bellezza dell’arte, per stimolare la curiosità dei bambini, portatori inestimabili di fantasia, estrosità, immaginazione, purezza.

DESIGN WEEK for Kids 2017

Milano design week dal 4 al 9 aprile 2017.

Si allarga a macchia d’olio la sezione kids sulla città di Milano, da Lambrate alla Triennale, fino a toccare il Muba, ogni anno tante sorprese, nuovi progetti e designer che con i loro prodotti dedicati al bambino si affacciano al mercato con innovazione, creatività, internazionalità, sperimentazione, ed è sempre più una gioia per gli occhi, curiosità per gli addetti ai lavori e per i genitori che oramai girano tra le vie più cool della Milano design week con un occhio attento alle tendenze nel settore kids. Se poi vuoi partecipare ad una passeggiata con i bambini per farli avvicinare al mondo bello del design ci pensa KDSGN Go Walk per bambini dai 5 ai 12 anni. I bambini, accompagnati da esperti di settore, scopriranno mostre, novità e i segreti di aziende e installazioni solitamente rivolte agli adulti, attraverso l’uso dei 5 sensi. Ogni visita durerà circa un’ora e mezza e sarà condotta da un professionista che intervisterà i designer presso gli showroom e nelle varie installazioni, rendendo il tema veramente a misura di bimbo. Ogni bimbo verrà equipaggiato di un D-kit dell’esploratore, con una merenda e tutto il materiale che occorre per la visita.
I percorsi propostiriguardano le principali zone della Milano Design Week: Isola Design District-Triennale-Brera design district-Porta Venezia district-Università Statale-White in the city

Collage4

Tanti gli appuntamenti a cui partecipare e le novità da vedere e da scoprire.

1. Alla TDM – Triennale di Milano : mostra G I R O G I R O T O N D O Design for children che dal 1 aprile al 18 febbraiio 2018 ospita una nuova storia del design italiano dedicato al mondo dell’infanzia suddivisa in aree tematiche: architettura, gioco, spazi, arredo, segni, strumenti, animazioni. Un percorso dedicato al mondo del bambino e a ciò che essi hanno vissuto, toccato, visto, sperimentato, letto e amato.

quadratino_16.9-1920x1080

2. In Ventura- Lambrate c’è A f i l i, piattaforma per il design e l’architettura per bambini che si pone come guida nella scelta di giochi, arredo e accessori di qualità. Un contenitore di 14 marchi emergenti provenienti da sette paesi diversi che creano giochi creativi e stimolanti, accessori e mobili dedicati al mondo dell’infanzia che hanno una storia da raccontare.
Afili invita i bambini a sperimentare il giocattolo e alla fascia di età dai 6 in su pone la domanda “can a toy be more then a toy?” Da dove vene il mio giocattolo? Cosa succede ai miei giochi quando io divento grande?
Uno spazio creativo, dunque, per scoprire insieme ai bambini e agli addetti di settore se un giocattolo può essere più di un semplice giocattolo:
Sabato, 8 aprile
12,00-15,00
Durata: 1ora
Lingue: inglese+italiano

Schermata 2017-03-27 alle 10.08.58

Alcuni dei prodotti esposti:

Collage1
Il gioco mille usi di Chantal Bavaud ProduktDesign/ Gommini di giuntura per grandi costruttori Stick-lets

Collage2
La macchina da montare phim

Collage3
Costruire in ‘grande’ con noook

3. U n d u e t r e s t e l l a design week quest’anno è al MuBa- Museo dei bambini di Milano. Abbiamo visto l’anteprima del fuori salone a Pitti 84 questo gennaio con #Dontstop che dal 4 al 9 Aprile si arricchirà di ben 40 marchi. DontStop = non smettere di essere bambini perchè l’infanzia è e sarà per sempre il tempo del gioco e della fantasia, perchè essere bambini è meraviglioso e crescere i bambini attraverso il bello del design può essere la chiave per aiutarli a diventare grandi. Con questo progetto Unduetrestella trasforma il MUBA in una mostra di progetti di design raccontati attraverso le diverse attività che si nascondono nella vita e nella crescita di tutti i bambini: don’t stop sleeping, don’t stop walking, don’t stop eating, don’t stop reading, don’t stop drawing, don’t stop playing, don’t stop swapping, don’t stop housing, don’t stop flying, don’t stop bathing, don’t stop hanging….

Schermata 2017-03-27 alle 11.14.21

4. Presso la Galleria del Centro ceco-Via Giovanni Battista Morgagni 20. M i n i w o n d e r s – piccole meraviglie del design. Dalla design week di Praga sette designer della Repubblica Ceca atterrano a Milano con le loro creazioni. Dal giocattolo al tessile fino ai mobili per incantare grandi e bambini perchè negli oggetti i designer hanno messo le loro esperienze, la loro immaginazione, la loro voglia di esplorare, giocare e sognare.

prt_250x167_1471354406_4x