Il guardaroba dei bambini che stimola l’indipendenza. Minimal e funzionale.

Avanza sempre di più la ricerca di prodotti pensati per i bambini che ne stimolino l’indipendenza e l’autonomia.
Anche il guardaroba si affaccia al mondo bimbo e lo fa in veste minimal e funzionale sviluppandone la fantasia e l’indipendenza. Si adatta al loro “piccolo” mondo per le dimensioni e per la capacità di organizzare il loro abbigliamento in totale autonomia.

Non sono solo dei semplici appendiabiti o appendini che si attaccano al muro, all’altezza giusta. Questi prodotti coinvolgimento i bambini per avvicinarli ad una maggiore consapevolezza di sé e delle proprie capacità.
Si può fare da soli! I bambini si gratificano nell’aiutare la mamma e il papà, ne imitano gli atteggiamenti, in casa si immedesimano nel modello che hanno di fronte. Quante volte vi è capitato di vedere il vostro bambino affaccendato tra le padelle in cucina o con in mano la scopa per spazzare briciole quasi inesistenti?

Allora ecco che i brand pensano anche all’organizzazione dell’abbigliamento. Tutti i giorni ci spogliamo e ci rivestiamo e mettiamo i nostri abiti nell’armadio o nel cesto della roba sporca e loro ci osservano.
Guardiamo da vicino quali sono le appenderie più stimolanti, dalla versione più dinamica a quella più classica.

Ci sono quelli che si devono costruire con la collaborazione di tutta la famiglia. E’ necessario infatti raccogliere i bastoni per farne appenderia per zaini, giacche e felpe. L’armadio per bambini “StammSitz” e “StammPlatz” by Fnurst Furniture è completato dopo aver trovato e raccolto bastoncini nei boschi. Il guardaroba chiama ad andare all’aria aperta! Un prodotto che unisce il design moderno alla ricerca di materiali naturali sporcandosi tra boschi fangosi.

wardrobe-for-children-StammSitz-fnurst_1

wardrobe-for-children-StammPlatz-fnurst_4

Lineare e ben strutturato per scuotere la fantasia dei bambini è il guardaroba by Prinzenkinder in versione white. Lo smerlo appenderia propone svariate possibilità di gioco perchè ricorda il castello di un re. La messa in ordine risulterà senza dubbio piacevole anche ai più svogliati. Nel ripiano basso si posizionano le scarpe, tra i buchi si appende lo zainetto e nel punto più alto il cappottino.

modern-kids-furniture-wardrobe-for-children-Prinzenkinder-Dete_@Yvonne-Most_1

modern-kids-furniture-wardrobe-for-children-Prinzenkinder-Dete_@Yvonne-Most_4

modern-kids-furniture-wardrobe-for-children-Prinzenkinder-Dete_@Yvonne-Most_6

Oliver furniture, brand danese dal gusto decisamente più classico, opta per una versione basic ma anche essa stimolante per i bambini. Posizionato nella cameretta può essere un ottimo spazio dove appendere travestimenti come gli abiti da super eroi preferiti o il tutù più prezioso.

OLIVER021519_3

In versione classica anche quello di Chilhome ma con uno stile che richiama la tenda degli indiani per piccoli appassionati di archi e fortini.

10772

Poudre Organic la magia del cotone bio.

67

Chi ama la delicatezza del cotone bio e della mussola di cotone morbida e leggera come me non può non mettere tra i marchi preferiti per bambini Poudre Organic.
Mi ha conquista subito; al primo sguardo mi sono innamorata dei toni delicati e poi dei tessuti che al tatto sono davvero morbidi, leggeri e traspiranti.
Sul mercato oramai dal 2014 è stato creato da due mamme molto attente ai temi dell’eco e della comodità per i più piccoli che con la loro passione e gusto hanno fatto aumentare il marchio anno dopo anno. E questa collezione PE 2017 ne è la conferma!

Amo il cotone bio e le sue qualità; la coltivazione e la fase di trasformazione non prevedono l’utilizzo di pesticidi e sostanze chimiche che potrebbero essere controindicati per chi soffre di dermatiti o allergie. Il cotone biologico lascia respirare la pelle evitando dunque il rischio di irritazioni cutanee.

Adesso che la primavera è alle porte e il sole scalda le nostre giornate, mi viene voglia di mezze maniche, di giallo abbinato al bianco o al verde, di un prato fiorito in discesa sul quale correre insieme alle mie tre creature, fino a che le nostre gambe non reggono più e il nostro respiro si fa sempre più affannoso. I colori tenui di Poudre Organic mi fanno pensare a questo e alla voglia di stare all’aria aperta ad inseguire il volo leggero di farfalle colorate.

1487971625260
poudre-organic-abito-bimba-con-maniche-a-3-4-verde-petrolio-–-100-cotone-bio-vestiti_29256
Non solo abiti e accessori da 1 mese a 8 anni ma anche accessori per il lettino, come i bellissimi copri piumini nelle stesse nuance della collezione abbigliamento.
Ogni tessuto è tessuto con polvere di cotone organico da agricoltura biologica per una produzione europea del 100%. provare per credere, Made in Portugal.
70

|BOOKTREE| Quando gli alberi non hanno più foglie e raccontano storie.

Booktree ash

Booktree ash

Quando porto fuori il cane, nel gelo di questo ventoso Gennaio, coperta fino alla punta del naso, osservo gli alberi, non ‘i sempre verdi’ che sembrano scaldarsi dalle foglie, ma quelli spogli, dai rami rinsecchiti, che sembrano stiano lì ad aspettare una sciarpa, un berretto o un pezzetto di coperta. Nel buio poi della sera, mi fanno rabbrividire ancora di più. Eppure è la natura, è fatta così. Il vento e il gelo che li gnuda e loro che resistono con forza.
Loro, alberi spogli, nudi e infreddoliti mi hanno fatto ricordare che esiste un albero particolare e speciale, un albero senza foglie, un albero magico pieno di pesi e libri da sfogliare.
Si tratta dell’albero libreria di Kostas Syrtariotis. “Il suo lavoro spesso parte direttamente dal prototipo, avendo come comune denominatore l’uomo e i suoi sentimenti, uniti spesso ad un pizzico di ironia”.

tumblr_mv1fwjNdg51sr027xo2_1280

Sicuramente un pezzo di design già visto in passato, esposto a Milano per il fuorisalone 2013 a Kidsroomzoom, è un oggetto di design che racconta storie. Su di esso libri e oggetti diventano i protagonisti di storie da raccontare.

“Libri, giornalini e tutto quello che serve sugli alberi di legno di varie forme e colori; uno accanto all’altro, creano un bosco nella stanza”. Marie claire.it
“C’era una volta una bambina che, munita di annaffiatoio, versava dell’acqua in un angolino della sua camera, si sedeva sulla sediolina e attendeva che nascesse un albero. Fu così che un giorno l’albero nacque: ma era un albero speciale. Niente foglie sui suoi rami. Solo libri.” Booksblog.it

tumblr_mv1fwjNdg51sr027xo6_1280

Si chiama Booktree ed è una libreria che si arrampicata sulla parete, sui suoi rami puoi mettere libri, oggetti, ricordi, e trasmettere tutta la tua dolcezza.
Costruita in legno massello da artigiani, Booktree dona con il suo carattere lineare e rigoroso, discreto ed elegante una piacevole sensazione all’ambiente intorno.

Non è l’unica libreria fatta ad albero in circolazione, ma questa è quella che amo di più! Un bosco naturale a portata di mano in legno massello, in tre finiture: Frassino, Ebano e Tineo.
100% riciclabile ed atossico.
Si assembla in 10 min e si appende al muro con sole 2 viti.

|Pitti Bimbo 84| Dance Off | Balla e ti dirò chi sei

Pronti a ballare? Magari ci scaldiamo un po’ con questo nevischio e gelo che sta cadendo sulla città di Firenze.
Dance Off è il tema di quest’anno, ballare ovunque, ballare sempre, ballare per emozionarsi, ballare per distrarsi, ballare in famiglia, da soli, in gruppo, ballare dentro o fuori, ballare e ballare per capire quale musica siamo e a quale stile apparteniamo.

Balliamo nella sezione kids, con passi di danza puntati su brand nuovi e stranieri, su progetti nati con il cuore che continuano a far parlare di sé edizione dopo edizione, su installazioni consolidate, visto il successo della scorsa edizione. Pitti Bimbo si allarga ancora e lo fa ballando!

Uno dei progetti presentati che oramai sono un must da vedere è senz’altro quello di Unduetrestella DESIGN WEEK, che ogni anno ci conquista con la sua passione per il design e le cose belle, per gli spazi che avvolgono il tanto amato mondo del design per bambini, con una preziosa anticipazione di quella che sarà la più ampia selezione presentata al Fuorisalone a Milano (4-9 aprile 2017). Arte, design e creatività si uniscono secondo il claim Don’t stop per sottolineare la forza dell’infanzia e quanto noi adulti siamo responsabili nella crescita dei più piccoli in questo mondo contemporaneo.

Schermata 2017-01-17 alle 13.49.50

Unduetrestella presenta in questa sede il progetto CUCULA Refugees Company for Craftsand Design da Berlino. “Cucula” è una parola del linguaggio dell’Africa Occidentale che riassume un concetto prezioso ovvero “fare qualcosa insieme” e contemporaneamente “prendersi cura l’uno dell’altro”. CUCULA è un progetto che aiuta i rifugiati a costruire il loro futuro professionale attraverso il design. I pezzi unici di design vengono realizzati nel laboratorio berlinese dai profughi che, grazie alla collaborazione di designer e pedagogisti, imparano un mestiere nuovo. Il punto di partenza è stato il progetto di Enzo Mari Autoprogettazione con i suoi elementi di design come la sedia “Bambino” esposta in questa edizione di Pitti Bimbo.

CUCULA_Sedia-Bambino

Altre novità di Unduetrestella: la versione “mini” del brand italiano Pijama che in questa occasione presenta la nuova linea di cartelle e zainetti per i più piccoli con i tessuti della collezione estiva 2017; dalla Polonia, Pani Pieska con la collezione animaletti tutti fatti a mano in un piccolo laboratorio sulle montagne di Bieszczady.
Continua inoltre la collaborazione con i bellissimi marchi: Alicucio, Nidi, Ocarina mp3, Puella Petite, Studio delle Alpi, MAsking Tape e Linea Mamma Baby. Quest’ultimo presenterà nuovi prodotti per tutta la famiglia come l’intimo baby, i solari SPF 30 e 50+ e il doposole.

Andiamo avanti, perché è sicuramente da vedere la parte dedicata agli Editorials, due grandi pareti al piano inferiore del Padiglione Centrale dove prodotti lifestyle internazionali e italiani vengono raggruppati insieme da uno stesso filo conduttore. Si parla di viaggio con Mini Traveller, il viaggio inteso come sogno e come percorso, dalla mascherina per far finta di dormire alle guide per scoprire il mondo attraverso gli occhi di un bambino, dalla valigia per i piccoli al passeggino all’avanguardia.

Schermata 2017-01-17 alle 15.32.49

Schermata 2017-01-17 alle 15.33.47

Schermata 2017-01-17 alle 15.36.41

Si parla anche di Pet Family perché gli animali oramai sono parte della famiglia, a loro vengono dedicati prodotti di design, a loro ci si ispira, loro sono parte integrante delle nostre vite.

Schermata 2017-01-17 alle 15.41.13

Schermata 2017-01-17 alle 15.42.31

Schermata 2017-01-17 alle 15.40.30

Inoltre, Kartell Kids torna a Pitti con la sua collezione dedicata al mondo del bambino presentando un’installazione speciale con la collaborazione della food blogger Chiara Maci. Sei ricette in esclusiva per il brand, ciascuna abbinata a un prodotto della linea kids. Storie gustose per curiose creazioni: è questo il cuore di #casamaciloveskartell.

Schermata 2017-01-17 alle 14.14.22

Schermata 2017-01-17 alle 14.17.01

Novità di questa edizione è FANCY ROOM lo spazio dedicato al lifestyle del bambino: design di piccoli accessori, gadget e tecnologia. Nel Padiglione Centrale, al piano inferiore, uno spazio-isola dove trovare una serie di oggetti speciali e divertenti dove il filo conduttore è la creatività. Mia preferenza personale: il brand Design letters con le sue cups e bicchieri “letterina” rigorosamente black and white già visti e selezionati a Maison et Objet; il brand Luckyboysunday per i suoi personaggi bizzarri raffigurati sugli accessori come i cuscini e coperte; Noe et Zoe per le sue stelle fluo e il cotone organico; Lullaby Road per glia accessori, cappelli e sciarpe in lana merino; Enfance Paris per la composizione naturale al 100% dei prodotti da bagno; Lapin and Me per le deliziose bamboline e lampade dal gusto vintage.

586d042e4b6a6

pillowlove

Lg--600x400

Altra novità la sezione THE NEST, in collaborazione con il concept lab berlinese Little Pop Up, dedicata a piccoli brand indipendenti, nati da poco o ancora poco conosciuti nel mercato italiano e che hanno le carte in regola per diventare grandi! Occhi puntati su: Garbo&Friends per accessori e tessile dal gusto decisamente raffinato; Grace baby and Child per l’abbigliamento e l’attenzione ai materiali e alla qualità senza dimenticare la classicità di un tempo; Lieblinge, scarpette nate secondo la filosofia che è bene camminare a piedi nudi, per il design accattivante e l’ottima qualità di materiali; Kalinka per la maglieria in lana merino prodotta a mano dal gusto retrò; Mara Mea per le borse dedicate al cambio dei neonati che diventano zaini e shopping bag, per i vestiti che durano anche dopo la gravidanza da indossare il giorno o la sera e dal gusto etnico.

24914572-origpic-db4dc0.jpg_0_0_100_100_635_423_100

46673459-origpic-3ea7b3.jpg_0_0_100_100_635_506_100

img-6157

Schermata 2017-01-17 alle 18.16.12

Continua anche quest’anno la collaborazione con BOLOGNA CHILDREN’S BOOK FAIR presentando il progetto “The Extraordinary Library”. L’universo della moda in 100 gioielli editoriali che Bologna Children’s Books Fair ha selezionato per Pitti Bimbo 84. “The Extraordinary Library”, una libreria particolare che raccoglie al Padiglione Centrale una selezione di volumi di case editrici d’eccellenza provenienti da tutto il mondo. 100 perle editoriali che Bologna Children’s Book Fair ha selezionato per i visitatori di Pitti Bimbo. Libri illustrati che sono incanto per gli occhi, pagine che suscitano stupore e meraviglia.

Little-People-Big-Dreams_Coco_INT_Page_13

Ah! E poi? Due marchi Gray Label e Tiny Cottons che a me stanno a cuore per il design e per la morbidezza dei tessuti, si affacciano per la prima volta a a Pitti! Io ballo, e voi? Seguitemi su Instagram questo giovedì se avete voglia di ballare con me…

Gray_Label_SS17_Pinafore_dres_summer_cardigan

La valigia per bambini cavalcabile. Dalla Corea il marchio Bontoy.

bontoy_traveller

C’è sempre un buon motivo per un viaggetto con i bambini, prendere l’aereo è sempre emozionante per loro e meno lo sta diventando per me. Non so, ma mi sale l’ansietta da aereo, oramai è un po’ che ho quella paura di volare che poi mi passa al momento dell’atterraggio, ma ce l’ho, non se ne va, aumentano i miei anni e con loro le paure.
Ma non vi tengo qui a sentire le mie paranoie e paure sul volare e altre cose…

Vi parlo di Bontoy, la valigia cavalcabile per bambini che arriva dalla Korea.
Il marchio nasce nel 2012 e il 2014 è stato lanciato il prodotto da viaggio ‘Traveller’. L’ho trovato ieri navigando su Pinterest ed ecco qui l’animale da compagnia per piccoli viaggiatori.

bontoy_traveller2

Il marchio Bontoy presta molta attenzione alla salvaguardia degli animali e già per questo ha il mio pieno sostegno. Con il primo prodotto, il cavalcabile ‘Friendimal’ sempre cavalcabile ma a forma di balena, il brand devolve una parte degli incassi al progetto di protezione delle balene. Un modo insomma per fare la differenza. E Bon ton lo fa anche con questo delizioso prodotto da viaggio, devolvendo una parte dei profitti alla salvaguardia di cuccioli di cane abbandonati in Corea per assicurare loro una protezione sicura.

2

Bontoy, valigia cavalcabile, è perfetta per un week end, per un viaggio in aereo o semplicemente come gioco a casa per sfrecciare tra i corridoi e fare tunnel sotto le gambe del papà o per portarlo a spasso fino al parco giochi.

Si sta avvicinando il week end, si avvicina il ponte di Novembre, e poi arriva il Natale, per chi sta pensando di prenotare un viaggio con la famiglia, consiglierei di mettere anche lui nella lista dei desideri per una partenza “dog friendly”.

bontoy_traveller3

Lo spazio interno è come uno zaino capiente per la scuola, adatto per metterci un cambio da week end e qualche giocattolo preferito, il pupazzetto per la nanna e altro, adatto anche come bagaglio a mano per l’aereo. Le ruote sono ricoperte di gomma in modo tale da non diffondere rumori noiosi in casa, i materiali sono di alta qualità ed altamente collaudati, la produzione avviene al 100% in Corea e il marchio ha attenuto il “Good design award” nel 2014, il premio più rappresentativo sul design in Corea.

Quasi quasi ci faccio un pensierino…