Design per bambini e materiali naturali nei prodotti &ME.

Chi può accostare al meglio il bello del design per bambini alla scelta di materiali naturali se non il marchio &ME?

Sorprendete, bello, divertente a volte colorato e a volte neutro, accontenta i gusti dei genitori più esigenti, lascia spazio alla creatività dei bambini e in più utilizza materiali naturali come il legno. Minimale con qualche tocco di colore è amore a prima vista da quando Unduetrestella lo ha presentato alla Milano design week anni fa e lo ripropone a Pitti 86 dal 18 al 20 Gennaio 2018.

Si tratta di &ME (brand olandese) e cosa c’è di nuovo in casa &Me e cosa attira la mia attenzione?
Il mio occhio si sofferma su:

Il puzzle composto da numeri giganti e geometrici

IMG_1916

La “montagna russa” in versione minimal rispetto ai labirinti di palline che si trovano in giro. Rimane un oggetto bello da vedere anche quando i bambini non lo utilizzeranno più. E per che no, potrebbe essere un anti stress per adulti?

IMG_1873

Sui blocchi di legno con dettagli di cotone e piccoli oggetti da tirare mordere che stimolano i sensi dei più piccoli.

IMG_1812

Sull’ orologio da appendere al muro della cameretta dei bambini per apprendere il senso del tempo e imparare a leggere l’ora

IMG_1791

E più di tutti anche se non fa parte delle novità è la palestrina per creare un nido stimolante per il bebè.
Non è facile trovare palestrine così accattivanti e di design sul mercato in più ad un prezzo accessibile!

off-white-babygym

Viaggio lungo con i bambini? Cosa portare in aereo.

viaggi LA

Passeremo le nostre vacanze in California con mio fratello e la sua famiglia: bambini stra ecciati e io pure!
Ma il pre-partenza fa anche a voi l’effetto batticuore?
Da una settimana ho quell’ansia pre che mi assale… E quella vocina poi che dice: hai preso i passaporti? hai stampato i biglietti? e i tappini per le orecchie? la medicina e i rimedi naturali? e poi cosa manca? sarà meglio fare uno di quei post-it che poi non ricontrollo più, oppure quella nota sul cellulare che rimane lì per un anno e oltre, che un giorno riaprirò e dirò :ma pensa cosa mi ero scordata!

Pensare per cinque non è facile, certo è vero che con i bambini più grandi diventa tutto molto più semplice e gestibile a meno che non hai una figlia che è talmente osservatrice da perdersi in aeroporto. Nell’ultimo viaggio transoceanico di quattro anni fa ho utilizzato per lei uno di quegli zainetti adorabili con peluche incorporato e “guinzaglio”.

Cosa che in tutto questo delirio pre partenza non deve assolutamente mancare è lo zainetto dei bambini.
Lo adorano, a qualsiasi età, li fa sentire più autonomi, più responsabili. E’ come un piccolo tesoro nel quale custodiscono segreti e piccoli oggetti a cui tengono, senza i quali si sentirebbero persi. Un tempo in quegli zainetti c’era il peluche preferito, quello con cui dormire, che ha lasciato spazio alla macchina fotografica, al diario segreto, al giochino elettronico…
Mai senza zainetto!

Di certo non farò come Clooney che in aereo per prevenire le urla dei suoi gemellini ha voluto fare un regalo a tutti i passeggeri che viaggiavano con lui: un bel paio di cuffie superinsonorizzate. Noi non siamo Clooney, non abbiamo neonati e non viaggiamo in business… Il fatto è che con i bambini non si può mai sapere, sopratutto quando hai un’altra bambina che se perde il sonno diventa isterica o sovreccitata ed è difficile da controllare!

Tre semplici consigli per genitori e figli che devono affrontare un lungo viaggio in aereo?

1. Decidere insieme ai bambini cosa mettere nello zainetto e cos’è veramente utile portare. Se si lasciano fare troppo da soli rischiamo che infilino tutta la cameretta nello zaino… Da qui tre i consigli, pensare insieme a: snack, intrattenimento, beauty.

2. Il giorno prima della partenza far preparare ai bambini lo zainetto, secondo le indicazioni decise in precedenza.In questo modo si sentiranno autonomi e responsabilizzati oltre che stra ecciati.

3. Svegliarli il giorno della partenza con una canzone che amano tanto, quella diventerà poi la canzone del viaggio e ogni volta che la ascolteranno ripenseranno a quei luoghi e a quelle sensazioni.

Cosa mettere nello zainetto dei bambini?
– snacks, di qualsiasi tipo, come nocciole e mandorle, caramellina e pacchetto di patatine, dal succo di frutta al cioccolatino con sorpresa.
– intrattenimento di qualsiasi tipo! Libri da leggere o da colorare, giochi da tavola di piccole dimensioni, un quadernino per disegnare o appuntare delle piccole frasi, un gioco multimediale.
– un piccolo beauty personale con spazzolino e dentifricio, fazzoletti di carta, igenizzante per le mani, in modo così da farli sentire sempre più autonomi.

E’ anche vero che nei viaggi così lunghi c’è la tv e sicuramente conoscendo la passione dei maschi di casa per i film ci sarà un testa a testa babbo figlio a chi ne vedrà di più, tenendo le palpebre alzate fino all’ultimo battito di ciglia!
Per smorzare anche questo è bene essere preparati su più fronti, innanzitutto mettersi d’accordo con il marito di non esagerare, prevenire i lati deboli e puntare su quelli forti. Ad esempio al maschietto di casa che è appassionato di musica ho preso un librino per bambini sulla storia dei Beatles che lo ha molto incuriosito.

Ecco qualche idea di cosa mettere nello zainetto dei bambini che devono affrontare un viaggio lungo in aereo:

in viaggio def

1. Ocarina Music Player
2. Vegetable Chips
3. Lunch Box
4. Art set by NPW
5. Zainetto Numero 74
6. Astuccio gattino, Emile et Ida
7. Mini games by Djeco
8. Salviette multiuso, Linea Mamma Baby
9. Spazzolino
10.Quaderno Wouf

Natale, tre film per tutta la famiglia.

Non so voi ma io ho un paio di film preferiti da guardare in famiglia…sopratutto durante le vacanze di Natale, e ognuno ha il suo perchè.

C’è quello che sa d’inverno, di coperta di lana pesante sotto la quale rannicchiarsi e stringersi al buio di un pomeriggio domenicale inoltrato. Quello che mi ricorda la mia infanzia, che ricorda i miei natali di bambina, la mia nonna, e le emozioni che provavo e che sentivo e che ogni volta che lo guardo sento ancora oggi! Sarà perchè mi piace guardare indietro (chi mi legge oramai lo sa bene), mi piace chiudere gli occhi e vedermi lì sul divano dei miei appoggiata alla spalla della mamma mentre lei sbuccia una mela rossa farinosa per me! Poi c’è il film che avrei invece dovuto vedere nella mia fase adolescenziale per non farmi carico di sconfitte e delusioni a cui ho sempre dato troppo peso, il film capace di farti vivere di speranza e di leggerezza anche nelle difficoltà della vita.

Ci sono dei film che per me non passano mai di moda, che sono un evergreen e sono quelli come Dirty Dancing o La febbre del sabato sera o Foot loose che nella fase della ragazzina scalpitante passano il traguardo con una medaglia d’oro. Film che sicuramente conquisteranno anche le mie bambine; sono quei film da vedere tra amiche, chiuse in camera a sognare su amori e batticuori, forse su questo un giorno ci sarà un post?

Una cosa mi fa sorridere, che il film che io adoravo da bambina è oggi il preferito delle mie due femminucce di casa.
Lo hanno scoperto l’anno scorso quando tra indecisioni varie e le classiche liti tra fratelli sul genere da vedere e sulla scelta del film ho proposto Tutti Insieme Appassionatamente ” Tutti insieme appassionatamente. Ne è rimasto colpito anche Greg, l’ometto di casa che alla scena della fuga della famiglia Von Trapp si è rannicchiato sul babbo sperando in un lieto fine.

Ancora non abbiamo avuto modo di vederlo noi tre da sole, aspettano anche loro quel momento nostro. Mangiare davanti alla tv, fare “situazione cinema” come capita spesso il fine settimana, cantare le canzoni che già hanno imparato, mimare due o tre passaggi del film, insomma essere noi tre e condividere qualcosa che ci accomuna. Rende felici loro e anche me!

f9c1f73e809d22d43f23c5f278a150b567141717

123454

Film buonista e con un po’ troppe canzoni è tra quelli che per me non passano mai dal dimenticatoio dei film. I costumi, i paesaggi austriaci meravigliosi, la matrigna antipatica (effettivamente nei film una matrigna simpatica non esiste mai), la più piccola dei fratelli che è dolce come lo zucchero come dice Nina…le canzoni, e una Julie Andrews meravigliosa. Un insieme di cose che rendono il film perfetto per la stagione invernale e per ogni Natale, anno dopo anno.

Altro film che suggerisco è Polar Express  Polar Express, nasce come romanzo nel 1985 trasformato in film nel 2004.
Piace molto ai bambini e a chi come me non smette di sognare. Credere nei sogni e nella magia del Natale, credere ancora a Babbo Natale e alla sua capacità di unire tutti quanti in ogni parte del mondo in una notte sola, è la forza di questo film. Perché i sogni non devono smettere mai!
Due sono le frasi di POlar express da tener sempre in testa:

“A volte basta vedere per credere; altre volte invece le cose più reali di questo mondo sono le cose che non si vedono”.

“Un tempo quasi tutti i miei amici udivano la campanella, ma col passare degli anni divenne muta per tutti loro. Anche Sara un Natale scoprì di non riuscire più a sentire quel dolce suono. Sebbene adulto, la campanella ancora suona per me e per tutti coloro che sinceramente credono” Io faccio parte di quella categoria di adulti che alla campanella ci crede ancora e che ogni anno la sente suonare sempre!
E’ un film questo per chi non sa orientarsi nello spirito natalizio e per chi comincia a tentennare sulla veridicità di Babbo Natale. L’anno scorso, per ribadire il concetto che anche noi grandi crediamo in lui e nei sogni ho preso una campanellina da una decorazione dell’albero, l’ ho fatta suonare e ho chiesto se c’era qualcuno che non la sentiva… Non potete immaginare l’entusiasmo nel dire: “La sentoooooo!”.
Ah è possibile acquistare la campanella della renna Polar Express Bell” qui, lo trovo un regalo carino da fare a chi perde le speranze nella magia del Natale, anche ad un adulto come messaggio di non smettere mai di credere nei sogni!

Polar express

polar-express-incontro-babbo-natale

Altro film a cui tengo molto appartiene al grande regista giapponese Miyazaki. Si tratta di Il mio vicino Totoro” “Il mio vicino Totoro”.
Un omaggio alla natura e al suo rispetto che fa sognare ad occhi aperti grandi e bambini.
In questo film d’animazione il messaggio è chiaro: dobbiamo darci la possibilità di vivere esperienze positive anche se ciò che dobbiamo affrontare è difficile e traumatico. Le paure e le difficoltà che stanno alla base del film non sono quelle di una lotta contro il male inteso come mostro o personaggio armato ma stanno nel cercare di sconfiggere la malattia della mamma delle due piccole protagoniste. I cuori puri delle due piccole bambine ci portano a vivere di speranza, ad essere sempre ottimisti e ad essere complici e amici della natura che ci sta intorno.

Tutti abbiamo la possibilità di sognare e di creare un mondo come più ci piace dove tutto è avventura e felicità e dove, anche nel dramma, niente viene preso seriamente, cosa che dobbiamo imparare dai bambini. Non pesiamo un evento negativo ancora più di quanto non lo sia già, e non prendiamo sempre tutto così sul serio, viviamo di fantasia e leggerezza e facciamo un po’ come ci insegna il nostro amico Totoro, strano animale grosso e tanto buffo che crea divertimento e gioia ovunque. La felicità sta nel ridere, nel diffondere gioia e felicità a chi ci sta vicino ma anche a chi non conosciamo; ridere fa bene si sa e Totoro ne è un esempio per tutti.

0-il-mio-vicino-totoro-recensione

Il-mio-vicino-Totoro

Ho voluto condividere con voi tre film che a me stanno a cuore particolarmente. Il primo perchè è un film di successo, un musical che ha vinto ben cinque Oscar e che mi ricorda la mia infanzia; Polar express perchè oltre ad essere unico nel suo genere (animazione digitalizzata in 3D ma con l’ausilio di attori in carne ed ossa Cit. Wikipedia) porta con sé lo spirito del Natale e il messaggio di credere nei sogni. Totoro perchè oltre ad essere un film di Miyazaki ci insegna a vivere di speranza e a non perderla mai, soprattutto con il sorriso!

E voi? Quali film suggerite per questo Natale?

Le stelle speciali di Unduetrestella: Collezione di Stelle (di Natale).

COLLEZIONE+DI+STELLE+11low

Le stelle quelle di Unduetrestella sono sempre state un po’ speciali, da quando Paola le ha iniziate a collezionare e a condividere su instagram sotto l’hashtag collezionedistelle. Se andate a curiosare troverete tante forme, oggetti, brillantini, pezzetti di carta, un coriandolo trovato per terra, un fiore o un’arancia tagliata, forme che ricordano stelle, perchè le stelle fanno sognare, le possiamo vedere ovunque, camminando per strada, sugli alberi come foglie appese ad un ramo, in una scritta di un pacchetto di biscotti. Cosa c’è di più bello di vedere oltre le cose reali e di usare l’immaginazione per sognare? La fantasia aiuta a rimanere bambini e i grandi dovrebbero insegnare questo ai bambini, a non perdere la fantasia e a guardare oltre, a guardare il bello delle cose che ci circondano.

Le stelle ci fanno esprimere desideri e tenere il naso all’insu e fantasticare su sogni che un giorno magari si avvereranno. Un cielo stellato è ciò che c’è di più emozionante basta immergersi dentro con la fantasia e volare tra abbracci di stelle e voli vertiginosi.
Le stelle sono speciali e Paola ha ragione. Lo sono anche per me!

Ai miei figli, quando erano più piccolini, ho raccontato la storia che prima di nascere erano stelle e anche quella sul nonno che ci guarda da lassù e la notte la stella di mio papà brilla tantissimo perché vuole darci la buonanotte…
Le stelle sono magiche, sono amiche, dolci compagne di viaggio e di bellissimi libri illustrati.

Paola fa di più oltre a collezionare stelle e a ricordarci che anche noi siamo stati bambini, trasmette con il suo lavoro ciò che di bello c’è sul mercato in termini di arte e design, e con tutto il suo amore per le stelle e conoscenza nel mondo dell’arte crea una collezione di stelle speciale che diventano un calendario dell’avvento: Collezione di stelle (di Natale).

Designer e illustratori partecipano con entusiasmo a questo progetto e creano così 24 stelle, l’una diversa dall’altra, alcune sono in gruppo, altre hanno occhi e bocca, una scia luminosa, alcune sembrano parlare, altre sembrano cadenti e tutte insieme sono meravigliose!

Tante stelle da colorare e da personalizzare dunque, in un’edizione limitata (1/100) in vendita online da UnduetrestellaSTORE e presso il negozio di Milano in via G.B. Vico, 1.

C’è di più però, Unduetrestella ha voluto condividere la sua bellissima Collezione di stelle (di Natale) con i piccoli pazienti che capiteranno, purtroppo, al Pronto Soccorso Pediatrico della Clinica De Marchi di Milano. Un gesto dolcissimo per sognare sempre anche nei momenti più difficili!

Dall’1 dicembre c’è una una stella, sempre diversa, disegnata da artisti, illustratori, e designer, per tutti i bambini ma anche per gli adulti che hanno voglia di sognare e di trasformarsi in piccoli creativi.

Collezione di stelle (di Natale) sono di:✨
Alicucio, ⭐Bumoon, ⭐Pierluigi Calignano, ⭐Martine Camillieri, ⭐Martina Della Valle,
Fam Fara, ⭐Dossofiorito, ⭐Fabulous Goose, ⭐Furf Design studio, ⭐Io kids design,
Melina for kids, ⭐Nobody&co., ⭐Luca Paulli, ⭐Paola Pezza, ⭐Puella, ⭐Alex Raso,
Studio delle Alpi, ⭐Toctoc Lab, ⭐Flaminia Veronesi

Tappeti per tutte le età: la nuova collezione di Lorena Canals.

wool-rug-chubby-the-bunny
Si rinnova sempre con gusto il marchio Lorena Canals e lo fa con grande impatto. Le tinte si rafforzano di colori brillanti come il blu acceso e la collezione aumenta presentando nuovi soggetti come: i tappeti sagomati a forma di animali, il tema spazio tanto amato dai bambini, la linea pop caratterizzata da due sfere collegate tra loro, o quella d’ispirazione nordica dalle linee pulite dove i tappeti sono attraversati e disegnati da strisce nere.
washable-rug-universe
tapis-bella-the-deer-120x180-marron-lorena-canals_4-z-e1509800139715
In casa Canals aumentano anche le tipologie di tessuto utilizzato. Alla gamma lavabile in lavatrice si affiancano i tappeti in lana naturale e cotone rigorosamente fatti a mano e accuratamente progettati. Ogni pezzo è dunque unico, per questo ci possono essere piccole variazioni di colore e forma.
wool-rug-nordic-lines-vintage-nude
Bellissima anche la gamma degli accessori. Ceste, decorazioni murali per la cameretta, e mobile renderanno l’ambiente dei bambini vivace, colorato e funzionale.
basket-tassels-fuchsia

Schermata 2017-11-08 alle 09.28.56
wall-decor-garland-pom-pom-tie-dye-soft-bluewall-decor-wall-hanging-galaxy